GFVip, forte lite tra Daniele Dal Moro e Oriana Marzoli: “Ti devi cercare uno psicologo”

Tra Daniele Dal Moro e Oriana Marzoli è scoppiata una forte lite che non è passata inosservata sui social: ecco cosa è successo

0
Fonte: profilo Instagram ufficiale di Oriana Marzoli

Niente da fare, tra Oriana Marzoli e Daniele Dal Moro non scorre buon sangue e probabilmente i due non andranno mai d’accordo. Nelle ultime ore, infatti, è scoppiata l’ennesima lite in casa che, come sempre, è degenerata. Ecco cosa è accaduto e le parole che si sono detti.

Volano forti parole

I due gieffini si trovavano entrambi nella zona trucco e la Marzoli ha fatto una battuta sul maglione di Daniele, il quale pare non avrebbe gradito le parole utilizzate dall’influencer. A quel punto è scoppiata una lite poiché Dal Moro ha tenuto a ribadire il suo pensiero sulla collega.

Non sei una persona che mi piace, stai dove c’è convenienza, parli solo di telecamere. Sarei incoerente perché ti saluto la mattina? Se non ti parlo male è perché ho un’educazione, ma il mio pensiero su di te non cambia. Io non sono carino con te, ma visto che viviamo nello stesso posto insieme non è che ti dico ‘non salutarmi’, mica ho quindici anni ha spiegato Daniele.

Oriana ha risposto senza peli sulla lingua e generando anche qualche polemica sui social: “Io non ho nessun problema con te, sei tu che hai dei problemi con me. Tu non sei normale, non sei coerente, ti devi cercare uno psicologo. Daniele, a quel punto, per spiegare al meglio la sua posizione ha spiegato di trovare la ragazza molto costruita:

“Io e te passiamo le giornate non parlandoci. La scorsa puntata, finita la diretta, sei venuta sul divano a chiedermi di Micol e di Wilma. E mi chiedi se mi piace Micol? Perché me lo chiedi? A pelle proprio non mi piaci, te l’ho detto mille volte. Visto come ti sei comportata con me, io eviterei pure di salutarti. Se ti saluto è perché sono educato. Ovviamente sui social si sono formati due schieramenti, chi sostiene che Daniele abbia esagerato e chi non ha apprezzato le uscite infelici della Marzoli.