GFVip, Massimiliano Morra su Instagram: “La meritocrazia non sempre premia”

L'ex gieffino ha lanciato alcune frecciatine ai suoi ex colleghi del Grande Fratello Vip

0
Fonte: profilo Instagram ufficiale di Massimiliano Morra

Massimiliano Morra si è fatto conoscere, non solo per i suoi film, soprattutto quest’anno al Grande Fratello Vip. L’ex gieffino, che sembrerebbe essere sparito dalla tv, in realtà si tiene in contatto con i suoi follower su Instagram e ha colto l’occasione per togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

IL PERCORSO DI MORRA AL GFVIP – L’avventura di Massimiliano Morra nel reality non è durato moltissimo, forse per il suo modo di essere introverso. Non proprio un volto da GFVip, insomma. Più volte, però, è stato attaccato per la sua apparente timidezza ma lui si è sempre difeso a spada tratta.

SU ALCUNI CONCORRENTI DEL GFVIP – In questi giorni, Massimiliano ha fatto compagnia ai suoi follower e ha risposto ad alcune domande. L’attore, infatti, ha svelato chi avrebbe voluto sul podio del GFVip e non sono mancate diverse frecciatine ai suoi colleghi, senza fare nomi.

“Che penso davvero di Pierpaolo? Credevo e soprattutto speravo che vincesse lui. Un brav’uomo e un padre esemplare. Lui non si è mai abbassato a fare teatrini, rimanendo sempre se stesso. Purtroppo a volte la meritocrazia non sempre premia, questa è la verità” ha esordito Massimiliano Morra.

“Di Pier e Giulia penso che sono una vera coppia ed auguro loro ogni bene. Invece di Dayane penso che lei sia la queen indiscussa. Lei è una delle belle persone con cui ho legato di più nel gioco. Ho un bel ricordo delle nostre piacevoli chiacchierate” ha concluso l’attore. Inoltre, secondo Fanpage, Morra è stato ascoltato dalla Procura sull’Aresgate.

“L’attore Massimiliano Morra è stato ascoltato dai pubblici ministeri della Procura di Roma che indagano nell’inchiesta per istigazione al suicidio sulla morte del produttore Teodosio Losito, trovato senza vita in casa nel gennaio del 2019. Anche Morra è stato interpellato come persona informata sui fatti in un’audizione che è durata tre ore” si legge.