Giampaolo: l’Empoli deve vincere ora

0

EmpoliLa vittoria ad Udine può rappresentare, per Giampaolo, un avviso per le prossime vincite durante il campionato anche con altre squadre. Bisogna proseguire, dunque, senza cali di attenzione, secondo l’allenatore toscano. Poi si lascia andare sostenendo che l’Atalanta sia ostica e che si debba giocare con la testa: Se li aspetta, poi, pericolosi nelle ripartenze. Tutto dipenderà da: Milan, Inter e Juventus che, se “perderanno colpi” per strada, sarà, ovviamente, a loro favore. Poi torna sull’ammonizione della scorsa partita di Maccarone e sostiene: “Ho visto le immagini con diverse prospettive, in alcune c’è la sensazione di una sorta di simulazione, in altre si vede che è stato toccato. Ci può stare, ma l’importante è che il metro di giudizio sia uguale per tutti”.

Poi dichiara: “Pucciarelli? Credo che sarà a disposizione, adesso sta meglio”. Dunque le “piccole” (e neanche troppo), sono le squadre più agguerrite sembra, in questa fase di campionato. Devono vincere proprio all’inizio ed è agli inizi che si giocano tutto, forse (almeno secondo gli allenatori, pare). I Mister tendono a rincuorare le squadre per portarle al termine di un campionato quanto mai favorevole per lo scudetto finanche alle più deboli (in queste fasi principali), o se vogliamo, alle meno “note”. È da qui, insomma, che bisogna ripartire, o meglio: partire, perché siamo appena agli inizi e tutto si può andare a decidere per il loro futuro, ed è proprio ora che, come giustamente dicono molti, si gioca il tutto per tutto e che si è in clima meno “complicato” per vincere, in un certo senso. Non dimentichiamo certo le battute finali o i “colpi di testa” di molte “squadrone”, ma l’attimo da cogliere è proprio questo, cosa su cui dovrebbe contare anche la Juve per poter rivincere lo scudetto, e se ci si consente, non attendere fino a marzo, come precedentemente affermato da Allegri.