Veracruz, un altro giornalista perde la vita

0
Anabel-Flores-Salazar

Un’altra vittima si aggiunge alla lista nera del governatore di Veracruz, Javier Duarte de Ochoa. In totale sono 16 i giornalisti uccisi dal 2000 nella calda città del Messico, 10 negli ultimi cinque anni. L’ultima “preda” è stata Anabel Flores Salazar. Cronista per El Sol de Orizaba, si occupava soprattutto di cronaca nera locale e omicidi.
Il suo corpo è stato ritrovato oggi ai margini di un’autostrada nello stato di Puebla. Era nuda e con le mani semi-legate, sul corpo i segni delle violenze subite in questi tre giorni. La giornalista, infatti, era stata rapita lunedì nel suo appartamento da un gruppo di uomini armati. A casa ad aspettare il suo ritorno c’erano i suoi figli, un bambino di 4 anni e un neonato.
Le autorità, intanto, si stanno impegnando «per scoprire cosa è successo e trovare i responsabili», ha affermato il procuratore Angel Luis Bravo. Le indagini per adesso si concentrano su una gang, perché nell’agosto del 2004 la reporter si trovava insieme a un membro del gruppo criminale nel momento in cui era stato arrestato.
Dopo l’ennesima voce che si spegne, il “Comitato per la protezione dei giornalisti” critica fortemente l’operato del governatore Javier Duarte: «ha alle spalle una triste storia di impunità ed è stato incapace, e poco disposto, a perseguire i delitti contro la stampa».