Giudice Sportivo, tredici gli squalificati. Curva Nord laziale chiusa per due turni

Ecco le decisioni del Giudice Sportivo dopo la 22° giornata di campionato: Lazio punita dopo i cori razzisti a Koulibaly

0

Dopo la 22° giornata del campionato di Serie A, arrivano le decisioni del Giudice Sportivo. Sono tredici i calciatori che salteranno il prossimo turno: Dramè (Atalanta), Nainggolan (Roma), Oikonomou (Bologna) e Zaza (Juventus) dopo il cartellino rosso, Baselli (Torino), Diakhite (Sampdoria), Ferrari (Bologna), Jorginho (Napoli), Gagliolo, Lollo (Carpi), Jajalo (Palermo), Miranda (Inter) e Rigoni (Chievo Verona) in seguito alla diffida. Squalificato per un turno anche il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, per avere, al 21° del secondo tempo, indirizzato agli Ufficiali di gara delle espressioni ingiuriose, che reiterava, dopo il consequenziale allontanamento, permanendo nel recinto di giuoco per un paio di minuti. Inoltre, dopo gli episodi di razzismo andati in scena all’ Olimpico di Roma in Lazio-Napoli ai danni del difensore Koulibaly, il giudice Tosel ha deciso per la chiusura della Curva Nord laziale per due giornate, in un comunicato che recita così:
” delibera di sanzionare la Soc. Lazio con l’ammenda di euro 50.000,00 e con obbligo di disputare una gara con i settori denominati “Curva Nord”, “Distinti Tevere Lato Nord” e “Distinti Monte Mario Lato Nord” privi di spettatori, disponendo la revoca della sospensione dell’esecuzione della sanzione inflitta in occasione della gara Lazio-Genoa del 9 febbraio 2015 (CU 149 del 10 febbraio 2015), per mancata decorrenza dell’annuale “periodo di prova”. “