Giugliano, al via i lavori di ristrutturazione per gli alloggi di Casacelle. Le foto

Partiti i lavori, le foto del progetto.

0
Lavori palazzine Casacelle
Lavori palazzine Casacelle

GIUGLIANO – Sono partiti in via definitiva i lavori per la ristrutturazione degli alloggi popolari in via Casacelle.

Stamane le ruspe hanno cominciato a rastrellare il terreno circostante le palazzine, precisamente 92 alloggi, dove costruire i 12 container che ospiteranno altrettante famiglie.

Le stesse ruoteranno ogni 40 giorni, il tempo stabilito dalla ditta appaltatrice per lavorare su una palazzina per volta.

Il post-terremoto

Già da anni il Comune aveva dichiarato che si sarebbero svolti tali lavori per permettere la rimozione dell’amianto, e di tutti i materiali cancerogeni con cui furono costruiti negli anni ’80.

La loro costruzione risale al dopo terremoto di quell’epoca per dar modo a 92 famiglie di riavere un tetto decente dove poter vivere.

Nel corso degli anni si è riscontrato una mal funzione delle strutture entrando in un vortice di degrado: molti residenti lamentano, per esempio, delle infiltrazioni in caso di pioggia.

Il problema principale resta l’amianto con cui sono state coperte le “palazzine di Casacelle“, così come vengono chiamate, che nel corso degli anni ha portato non pochi problemi di salute per chi vive in quelle case.

Col passare del tempo, vista l’esigenza impellente, si è dato ampio spazio alla risoluzione del problema portando un progetto di cantiere dove tutto il consiglio comunale si è detto d’accordo.

Idea parco giochi

Ecco che, oggi, è possibile vedere i primi movimenti per risanare una zona di Giugliano molto popolata e vissuta.

Infatti, nel progetto, oltre alla rimozione dell’amianto e alla ristrutturazione vera e propria degli edifici, vi è inserito anche un parco giochi.

C’è da ricordare che adiacente alle palazzine già c’è una struttura che ospita dei campetti di calcio e campo di basket.

Tale struttura è nata in un primo momento per essere adibita ad asilo nido poi, successivamente, trasformata in struttura sportiva.

Malumori generali

Non sono mancati, però, scontri sui social dopo la comunicazione da parte del Comune per l’avvio dei lavori.

Molti cittadini giuglianesi hanno reputato “fortunati” coloro i quali beneficeranno di tale ristrutturazione, mentre quest’ultimi hanno avviato un botta e risposta sostenendo che non è fortuna dato che hanno convissuto anni con materiali altamente tossici.

Il punto focale delle discussioni è la percezione del mancato pagamento di fitto o tasse ma bisogna precisare che gli alloggi sono stati costruiti per le famiglie disagiate.

Come ancora oggi le “case popolari” vengono assegnate a famiglie con problemi finanziari comprovati, ed hanno delle agevolazioni ma non sono totalmente esenti: rilasciano una quota al Comune quale fitto in quanto le case non sono riscattabili.