Giugliano, scioperano gli operai Teknoservice: raccolta rifiuti a rischio

0
Raccolta rifiuti
Raccolta rifiuti

GIUGLIANO – E’ indetto uno sciopero dei dipendenti della Teknoservice, la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti a Giugliano, di 24 ore a partire dalla mezzanotte del 9 luglio.

Lo stesso è proclamato dai sindacali Fiadel, Assotrasporti e Silca con un comunicato congiunto indirizzato al sindaco di Giugliano Antonio Poziello, al Prefetto di Napoli Carmela Pagano e alla Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sul diritto allo sciopero.

I motivi

Svariati i motivi dell’agitazione da parte dei dipendenti: mancanze o ritardi in materia di TFR, di somme trattenute dal salario dei dipendenti e destinati alle finanziarie, di erogazione dei ticket al personale del cantiere.

Si aggiungono il difforme ristoro degli straordinari, il mancato rispetto della contrattazione e degli accordi stipulati con i sindacati.

Quello che però agita maggiormente è la “insostenibile azione antisindacale posta in maniera plateale che, nonostante il giudizio della Magistratura del Lavoro, vede la Teknoservice intrattenere trattative con altre organizzazioni sindacali e con voluta esclusione della Rappresentanza Sindacale Unitaria legittimamente eletta su materie che sono di sua esclusiva prerogativa”.

Ai cittadini, però, saranno garantiti i servizi minimi essenziali previsti dalla legge 146/90 ove esista il previsto accordo sul tema.

Contrariamente sarà compito dell’azienda convocare la Rappresentanza Sindacale Unitaria per definire i termini del servizio da rendere.

Situazione pregressa

Già nel mese di gennaio 2019 è stata presentata una interpellanza al Sindaco in cui si chiedeva, tra le tante cose, anche chiarimenti proprio in merito alle questioni che sono a fondamento della “protesta”.

Interpellanza che, a distanza di ormai sei mesi, non ha avuto alcuna risposta.