Giugliano tra nuovi parco-giochi e vandalismo su quelli vecchi

0
Giugliano - Via Verdi
Giugliano - Via Verdi

Si è svolta pochi minuti fa l’inaugurazione del parco-giochi di Via Giardini a Giugliano.

Il Sindaco, Antonio Poziello, aveva già anticipato il giorno e l’ora in cui si sarebbero aperte le giostrine a tutti i bambini del paese e, perché no, anche a quelli dei paesi limitrofi.

Ha fatto scalpore, però, “un’apertura anticipata” del parco-giochi di qualche giorno fa.

Alcuni utenti di facebook hanno postato delle foto dove si evidenzino adulti e bambini che usufruiscono delle giostrine anche se ancora con i lavori in corso.

Alla fine l’inaugurazione vera e propria c’è stata.

Da tempo si sperava di avere un posto dove i genitori potessero portare a divertire i propri bambini in modo gratuito.

Ci hanno provato con la Villa Comunale, che è ancora in fase di lavori di restauro, e col Giardino dei Monaci in via Verdi, che non si sa se sia aperto oppure no.

Il luogo che indigna di più, però, è la piazzetta Gramsci dove già da tempo prevede un’area giochi ma che, puntualmente, è oggetto di vandalismo.

Proprio poche ore fa sempre Poziello, riprendendo una denuncia fatta da un cittadino su un gruppo FB, ha scritto questo post con tanto di foto:

“La giostrina rotta

I soliti vandali hanno rotto le giostrine di Piazza Gramsci. Capita spesso. Come sempre, saranno riparate.

Domattina alle 7,45, gli operai della ditta di manutenzione sostituiranno i pezzi rotti.

Il funzionamento di quelle giostrine è una sorta di personale sfida, un impegno da croce sul cuore preso con i bambini che vivono quella piazza.

È un impegno costante di tanti di noi: dietro quelle catene che si rompono e si riparano c’è un lavoro serio, c’è la costanza.

Noi continuiamo a prenderci cura della città. Con tanti piccoli gesti, con tanta attenzione ed altrettanta pazienza.

Qualcuno dice che in questo non c’è nulla di eccezionale, che è normale, che è il nostro lavoro. Ha ragione, ovviamente. Solo che finora nessuno aveva cura della città. La normalità, a volte, è straordinaria.”

Piazza Gramsci
Piazza Gramsci

In attesa di un celere ripristino, magari con un po’ di sorveglianza in più, non resta sperare di veder felici più bambini possibili.