Gravi accuse all’Inter da Mughini! L’ex Cordoba contrattacca a Tiki Taka: “Quello Scudetto non va messo in dubbio…”

0

Juve Campione d’Italia. Una realtà incontrovertibile. Ora arriva anche il verdetto della matematica, grazie al gol di Nainggolan in Roma-Napoli. Un titolo conquistato sulla marcia trionfale ed inesorabile delle 24 vittorie su 25 partite di campionato. Ciò a testimonianza della forza prorompente di una squadra che in Italia non ha rivali. Il salto di qualità va fatto in Europa e il mercato, da questo punto di vista, sembra promettere piuttosto bene. L’Inter sembrava essere la squadra in grado di poter sovvertire questo dominio bianconero, almeno ad inizio stagione, quando si ritrovò per parecchie giornate in testa alla classifica, ma Mancini e i suoi non hanno saputo dare continuità a quei risultati, come il Napoli, del resto, anch’esso scioltosi come neve al sole negli ultimi mesi. Anche il mercato dell’Inter sembra promettere in grande e chissà che l’anno prossimo non si possa puntare alla scalata.

LA POLEMICA – Nel frattempo, impazza la querelle sull’asse Juve-Inter. Al centro della discussione, nella nota trasmissione di Pierluigi Pardo Tiki Taka, ancora una volta, a distanza di tanto tempo, il famoso Scudetto del 2005/2006 assegnato d’ufficio all’Inter dopo la vicenda Calciopoli. Mentre, infatti, il conduttore mostra una grafica con le squadre che sono riuscite a vincere cinque scudetti consecutivi, interviene il noto opinionista e tifoso juventino Giampiero Mughini, volto noto, che attacca in questi termini: “L’Inter, per cortesia, per decenza, non mettetela nella lista delle squadre che hanno vinto cinque scudetti di fila. Se lei si accontenta di uno scudetto di m***a e di cartone…“. A rappresentare i nerazzurri c’era l’ex difensore Ivan Ramiro Cordoba, la cui risposta accesa, in questo senso, non si è fatta attendere, anzi: “Godetevi la vittoria e non tirate in mezzo altre squadre. Lo dice la giustizia e per me conta quella. Lo scudetto ce l’ho a casa, bello lì e me lo tengo. Io quell’anno ho lottato come gli altri per arrivare al terzo posto, poi è stato assegnato a noi con tanta giustizia e tolto ad altri che non hanno vinto sportivamente. Questo è il problema adesso, dimentichiamo la storia. Tanto di cappello alla Juve per questa striscia incredibile. Parliamo di giocatori che sono riusciti a ribaltare la situazione in un momento difficile. Parliamo solo della parte sportiva, non entriamo nel tema cartone o non cartone, godetevi gli scudetti e basta”. La polemica Inter-Juve è ancora piuttosto viva. Quello scudetto grida ancora vendetta, soprattutto dal lato bianconero!