Grey’s Anatomy 13×11: “Jukebox Hero”

0
Fonte foto: Screen da Youtube

Tiriamo un sospiro di sollievo! Ammetto che in questo momento mi sento come una di quelle madri che hanno ricevuto un messaggio dal proprio figlio con la dicitura “sto bene, sono qui”.

Alex Karev non ha accettato il patteggiamento come avevamo previsto. Così mentre Meredith se la spassava in giro per le prigioni a cercare sue notizie (saltando una giornata di lavoro) Alex era a riposare nel suo letto. Assurdo!!

Non è stato un giorno facile per i dottori al Grey Sloan Memorial (quando mai lo è). In seguito ad un incidente stradale che ha visto coinvolti una donna in procinto di partorire, il tassista che guidava l’auto e il marito della donna che si è schiantato contro di loro, la Dottoressa Robbins, che in parte si sente responsabile dell’accaduto, fa di tutto per salvare la vita della giovane madre e della bambina.

Nel frattempo in ospedale il gruppo di dottori d’accordo con Webber, parte per una cospirazione contro la Dr.ssa Minnick, entusiasta di prendere parte a questo nuovo progetto, si accorge ben presto che tutti le remano contro.

Inoltre scopriamo che Amelia non è andata lontano (ci speravate eh?) ma è a casa della specializzanda Edwards inconsapevole del dolore che questo allontanamento ha significato per Owen. Solo in seguito alle vicende di un paziente, la Edwards capisce quanto sia spaventato Hunt all’idea che Amelia sia ricaduta nel baratro dell’alcol e delle droghe, anche se al massimo può essere accusata di essere una divoratrice di yogurt. Amelia è così spaventata dal suo passato che non riesce ad affrontare suo marito, almeno non ancora.

Se c’è una cosa che ho imparato in 13 stagioni di Grey’s Anatomy è che quando Shonda ci regala una notizia, poi ne nasconde un’altra (per il semplice piacere di lasciarci con il fiato sospeso).

Dunque la domanda del giorno è: “Quale sarà il destino di Alex?” 

Ecco il promo della 13×12