Griezmann manda in estasi una nazione Intera

0

La Francia si impone per 2-0 contro i giocatori di Löw. L’attaccante dei “colchoneros” regala la finale alla sua Nazionale. Domenica a Parigi si gioca l’ultimo atto di Euro 2016

A Marsiglia va in scena la seconda semifinale dell’Europeo. Nella Germania non ci sono Hummels, Khedira e Gomez, il primo per squalifica rimediata contro l’Italia, gli altri due per infortunio. Löw si affida alla punta Müller. La Francia di Deschamps scende in campo con Umtiti al centro della difesa, la stella Pogba al centro e lì davanti ci sono Giroud con Payet e Griezmann.

Nei primi minuti di gioco la Francia pressa subito alto per non far giocare la Germania, che è costretta ad un possesso di palla prolungato. Griezman perde un’incredule occasione davanti al “gigante” Neuer, perché il tedesco è attento a deviare. Ma i campioni del mondo non si fanno attendere, e costruiscono due belle occasioni, con Muller prima, Emre Can poi. Ma Lloris non si fa cogliere impreparato. Ora i tedeschi fanno vedere i loro gioco che li contraddistingue, facendo soffrire i “blues”, che non riescono più ad uscire nella loro metà campo. Ma nel finale di primo tempo c’è una sorpresa che non t’aspetti: Schweinsteiger fa rivivere il secondo tempo di Germania-Italia all’arbitro “Italiano”. Infatti Rizzoli, sostenuto dai suoi assistenti concede il rigore ai Francesi. Griezman spiazza il portiere del Bayern Monaco portando in vantaggio la sua Nazionale.

Nella ripresa nessun cambio sia da una parte che dall’altra. La Francia vuole subito provare a chiuderla, ma si trova davanti il “muro” di Boateng, che ferma un paio di azioni dei “Galletti”.  Ma il copione è sempre lo stesso: La Germania è padrone del campo, ma non riesce a concretizzare in porta. Löw perde Boateng che si infortuna, poi fa uscire Emre Can, il quale lascia il posto a Gotze, per cercare di essere più concedi sotto porta. Questo cambio ricambia il ct. Ma la Germania soffre le riparte di Griezmann e Payet, quest’ultimo strozza la conclusione e manca il raddoppio. Ma è un avviso che l’Europeo della Germania sta arrivando ai titoli di coda. Infatti da una “magia” di Paul Pogba, che manda in porta Griezmann, l’attaccante dell’Atletico Madrid deve solo segnare il sesto gol di Euro 2016 e mandare i tifosi in estasi.

La “vengeance” Francese è servita: La Francia si vendica dell’eliminazione subita proprio dai tedeschi nei mondiali in Brasile del 2014. Ora come ultimo ostacolo da superare c’è il Portogallo di CR7, poi dopo la “gloria” per far felice una Nazione intere.