Guintoli soddisfatto del telaio e forcellone nuovi

0

Stesso risultato in entrambe le gare per il campione del mondo in carica, Sylvain Guintoli, nel round di Donington Park.

Il pilota francese, che ora vive con la famiglia proprio in UK non lontano dal circuito di Donington, ha provato diverse soluzioni e nuovi componenti durante lo scorso round rimanendo molto soddisfatto dei comportamenti della sua CBR.

Guintoli ha anche confermato che continuerà ad usare e sviluppare gli aggiornamenti scelti in modo da colmare ulteriormente, come possibile, il gap dalle Case rivali.

“È stato un weekend nel quale abbiamo provato tante nuove componenti, alcune delle quali ci hanno dato un qualcosa in più”, ha spiegato il campione in carica. “Nella seconda parte del giro i riferimenti erano buoni ed abbiamo guadagnato un po’ di stabilità in frenata. Siamo stati abbastanza competitivi e questa è una buona cosa, ma ci sono ancora aree nelle quali dobbiamo faticato. I piloti di testa erano molto lontani, ma dobbiamo continuare a lottare e migliorare il pacchetto per il resto della stagione”, riassume Guintoli. “Continueremo con il telaio e forcellone nuovi a Portimao, per continuarne lo sviluppo”.

Le prestazioni, fino ad oggi, sono state molto deludenti da parte del campione del mondo che si è sempre scusato dicendo che mancava il feeling giusto piuttosto che incolpando altri problemi come l’aggressività dei colleghi.

La scelta di Guintoli l’anno scorso è stata quasi obbligata visto che Aprilia aveva deciso di sbaraccare tutto e migrare in MotoGP.

Ad oggi comunque Sylvain si è mostrato molto competitivo in Gara2 in Thailandia, forse aiutato anche dall’adrenalina del momento.

In quell’occasione Guintoli chiuse con la quinta posizione Gara1, nel giro di allineamento di Gara2 si ruppe il cambio e Sylvain fu costretto a partire dal fondo dello schieramento.

Mostrò tutto la grinta di cui dispone rimettendo in fila anche l’esuberante VD Mark ma, dopo quell’occasione, tornò nella sua nube di incertezze.

Forse, con le nuove soluzioni, presto tornerà il vecchio Guintoli.