Higuain-Juve è scontro: il Pipita resta in Argentina, strategia per il rinnovo?

Situazione pesante in casa Juve sul fronte Higuain. Le ultime

0
Higuain, fonte Wikipedia
Higuain, fonte Wikipedia

Clima di tensione in casa Juventus dopo lo scoppio del caso Higuain. Il centravanti è volato in Argentina dopo la diffusione del coronavirus e non sembra intenzionato a tornare sia per timore dell’emergenza sanitaria che per questioni relative al situazione contrattuale.

Stando a quanto si legge su Calciomercato.com, il Pipita avrebbe ribadito ai compagni che per lui la stagione è conclusa e non intende assecondare l’eventuale pressing della società come accaduto in passato, quando accettò il Milan senza essere pienamente convinto della destinazione.

Sempre secondo il noto portale, dietro la permanenza del giocatore in Argentina potrebbe esserci una strategia ottenere il rinnovo contrattuale con un ruolo di primo piano, non di seconda scelta.

Per la società, però, il Pipita resta in uscita e il rinnovo potrebbe arrivare solo per agevolare la futura cessione e non gravare eccessivamente sul bilancio. Ecco perché Higuain potrebbe puntare i piedi e accettare la corte di club come River Plate o Los Angeles Galaxy, costringendo la Juve a pagare parte dell’alto ingaggio.

L’attaccante vuole restare in Argentina, ma, qualora non accettasse di tornare in caso di richiamo ufficiale, si aprirebbero le porte della risoluzione consensuale o addirittura il licenziamento e la richiesta di danni da parte del club.