I piloti SBK si danno battaglia nei giochi a Donington Park

0

Prima di iniziare a fare sul serio in pista, i piloti SBK sono scesi in campo per un pomeriggio tipicamente britannico, dividendosi in due squadre e accendendo gli animi della competitività giocando a giochi tipicamente made in UK.

Dalla corsa con il cucchiaio e l’uovo, passando per la corsa a tre gambe (una gamba viene legata alla gamba opposta del compagno), finendo con la corsa nei sacchi, i piloti si sono divertiti e hanno divertito il pubblico prima di sedersi e intavolare seriamente il discorso nella press conference.

A formare la squadra GB si sono schierati Sykes, Rea, Davies e Lowes. Per la squadra “resto del mondo” si sono schierati Ramos, Guintoli, Mercado e Camier. Quest’ultimo, anche se inglese, è passato alla squadra avversaria visto che abita ad Andorra.

Il conteggio ha decretato vincitore la squadra GB per 11-7, aggiudicandosi la corsa a tre gambe e la corsa con uovo e cucchiaio.

Ramos ha strappato la vittoria a Sykes nella prova della corsa a sacchi: il pilota KTR è scivolato poco prima della linea del traguardo.

Ai giochi ha preso parte anche Leon Haslam in veste di arbitro e starter.

Nel round di Imola il pilota Aprilia in gara2 è stato protagonista di un brutto highside. Le prime immagini dopo la caduta lo ritraevano in piedi e mentre si teneva il braccio sinistro, subito si è ipotizzata una frattura al polso piuttosto che una brutta contusione invece, dopo ulteriori accertamenti, gli sono state riscontrate tre costole incrinate.

Sarà un bel problema per il pilota di casa affrontare il round a Donington con questo problema, si sa che le costole, come le braccia, sono un aspetto fondamentale per domare questi cavalli da oltre 300cv.

Haslam ha seguito un piano di recupero particolare e la Clinica Mobile, come sempre, si prenderà cura di lui in questi giorni.