Icardi è sul mercato. Conte, sì allo scambio Icardi-Dybala ma Pratici frena

0
Antonio Conte, fonte Flickr
Antonio Conte, fonte Flickr

Il campionato ha ancora tanto da dire, ma all’Inter tutti sono già proiettati a quel 27 maggio che verosimilmente segnerà la fine dell’era Spalletti. Antonio Conte lo sostituirà alla guida tecnica e sembra che abbia già imposto alcuni diktat alla dirigenza interista. Il primo tra tutti è quello di lavorare per riuscire ad avere finalmente un gruppo coeso e senza prime donne che ne minino la stabilità. A tal proposito, il nuovo tecnico non ha perso tempo indicando Mauro Icardi come il primo epurato della sua prossima gestione.

Icardi, una storia al capolinea

All’Inter dal 2013, Mauro Icardi ne era diventato il capitano e il goleador. A gennaio scoppia la grana inerente al suo rinnovo, non particolarmente ben visto dalla dirigenza interista. Da lì, una girandola di comunicati della società, post sui social, conferme e smentite si sono susseguiti fino alla definitiva rottura di marzo scorso. Ci ha pensato Spalletti a ricucire lo strappo ma ormai è confermatissimo il divorzio che porterà il bomber argentino lontano da Milano.

Uragano Conte su Appiano

Il nuovo tecnico vorrà ai suoi ordini una squadra disciplinata e meno “mediaticamente esposta” di quanto già non sia adesso. Ecco perchè trattenere uno come Icardi rappresenta una mina vagante che lo spogliatoio non potrà più permettersi. Le vittorie passano per il sacrificio e la disciplina e Conte ha già informato Marotta e soci sulle sue prossime mosse.

La lista della spesa

Con i proventi della cessione di Icardi (seguitissimo in Spagna dall’Atletico Madrid, Conte proverà a portare all’Inter uno tra Lukaku, Dezko e Zapata. Se per il belga il discorso trasferimento è arduo da far accettare ai vertici dei red devils, ottenere un sì dal bosniaco giallorosso o dall’atalantino sembra la soluzione più percorribile.

Se con Icardi non sarà una cessione netta allora è sempre pronta l’ipotesi di uno scambio con il connazionale Dybala. All’uscita di questa indiscrezione i valori dei due giocatori avrebbe dato vita ad un passaggio alla pari. Adesso, con le quotazioni di Icardi in picchiata, la Juventus non sembra più così convinta dell’affare senza il riconoscimento di un lauto conguaglio. Paratici è stato chiaro, portare via Dybala alla Juve non sarà semplice a meno di una offerta irrinunciabile. L’Inter troverà nuovi obiettivi per la prossima stagione.