Icardi-Inter, sarà divorzio. Sorrisi e promesse celano l’addio imminente

0
Icardi, inter, capitano
Icardi in una delle sue ultime apparizioni con la fascia di capitano. Foto Wikipedia

La rottura è totale e da qui alla fine della stagione si consumerà l’addio più lungo ed imbarazzante del campionato di Serie A. Icardi e l’Inter erano una favola iniziata 5 anni fa sotto i migliori auspici, tramutatasi, purtroppo, in dramma sportivo nel giro di qualche settimana.

Il capitano spogliato della fascia, poi infortunato, poi riaggregato in squadra con la mediazione di avvocati e il benestare solamente del patron Zhang sarà ceduto in estate. Questo è il panorama che si prospetta in casa nerazzurra.

L’ultimo indizio sono le parole del dt Marotta nel pre-gara di Inter-Atalanta. “Oggi Icardi è un giocatore dell’Inter, fermiamoci a questa considerazione, valutiamo il presente, per il futuro c’è tempo“. Appunto il presente. Perchè solamente su questo possiamo fare affidamento. Icardi si allena e scende in campo coi suoi compagni solo grazie ad un patto di non belligeranza tra lui, parte dello spogliatoio, il tecnico e lo staff.

I vertici della proprietà hanno ormai da tempo chiuso ogni canale di trattativa con lui e il suo entourage. Nonostante il nuovo corso social della moglie-procuratrice Wanda Nara tutto sobrietà e politally correct non ci sarà alcun rinnovo di contratto. Tanto meno una rivalutazione al rialzo del suo ingaggio.

Nemmeno la scelta del tecnico per la nuova stagione avrà effetto sulla vicenda legata all’argentino. Che si continui con Spalletti o si guardi altrove, la sua presenza nel prossimo ritiro pre-campionato è assolutamente esclusa. Ma guardiamo ancora al presente come dichiara Marotta. Nella prossima gara contro il Frosinone pare ormai certa la presenza di Lautaro Martinez. Chi dei due argentini guiderà l’attacco interista?