Ihme: “a febbraio l’Italia stimati 500 morti al giorno”

0
Terapie Intensive Covid

Secondo uno studio dell’Ihme, l’istituto dell’Università di Washington, il picco dei decessi in Italia è ancora lontano. Al momento le morti giornalieri sono tra le 100 e 200, ma potrebbero aumentare nei prossimi giorni. Gli esperti intanto si dividono tra pessimismo e speranza, mentre dagli Stati Uniti arriva una proiezione preoccupante.

L’Organizzazione mondiale della sanità afferma che la variante Omicron non può essere categorizzata come lieve, nonostante sembri far sviluppare sintomi più lievi rispetto alla variante Delta. Il direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha parlato delle condizioni dei sistemi sanitari. A causa infatti del numero sempre più alto di positivi, le strutture sanitarie stanno lavorando incessantemente e stanno trovando difficoltà nel monitorare tutti i casi attivi.

L’Institute for Health Metrics and Evaluation ha riportato delle proiezioni terribili per il mese di febbraio. Secondo l’Ihme di prevede una crescita costante di contagi fino al prossimo mese. In Francia, dopo il boom di contagi, il numero di classi in didattica a distanza dopo le vacanze è schizzato ai massimi. In Inghilterra invece 200 militari sono stati dislocati in alcuni ospedali di Londra, per far fronte alla carenza di personale sanitario causata dalle assenze per malattia. Seguendo le stime, a metà febbraio il mondo rischia di raddoppiare il numero di morti da Covid. Il picco dovrebbe arrivare fino a 14mila decessi al giorno.

Anche per l’Italia lo scenario è poco roseo. Secondo l’Ihme il picco dei decessi per Covid potrebbe arrivare a metà febbraio, con 500 morti al giorno.