Il Banik Ostrava perde una gara ed il mister li manda a zappare la terra!

0

Calciatori costretti ai lavori forzati. Accade anche questo nel mondo di oggi. Il Banik Ostrava, squadra ceca allenata da Radomir Korytar, ha preso un provvedimento severo contro i suoi tesserati dopo l’umiliante sconfitta per 4-3 subìta con una squadra di quarta divisione nella Coppa nazionale. L’iniziativa è stata promossa dallo stesso allenatore, decisamente preoccupato per l’andamento dei suoi, che hanno raccolto solo un punto nelle prime 5 partite di campionato. Muniti di zappe, rastrelli e vanghe, i giocatori dovranno presentarsi ogni mattina alle 6:45 e lavorare per migliorare l’aspetto del centro sportivo in cui si allenano: questo il contenuto della punizione, spiegata in questi termini dal tecnico: “C’è qualcuno che ha accettato di buon grado l’eccezionale misura, ma altri che non l’hanno presa bene, come il centrocampista brasiliano Dyjan Carlos de Azevedo, che ha lamentato forti dolori alle braccia. Sarà così fino a venerdì e spero che capiscano che vita agiata fanno grazie al fatto di essere calciatori”. Per una volta, quindi, il coro “Andate a lavorare” a cui, spesso e volentieri, i tifosi ricorrono dopo le sconfitte è stato recepito alla lettera.