Il cardinale George Pell: “La Chiesa ha fallito con le persone”

0

Il cardinale George Pell, ha affrontato stanotte e lo farà per altre audizioni un tema importante. Il prelato dovrà spiegare perchè la Chiesa ha sempre coperto gli abusi sui minori da parte di sacerdoti, preti e uomini religiosi.  pell george

A volte il destino è strano perchè associa realtà e finzione in modo incredibile. Proprio la scorsa notte agli Oscar è stato premiato come miglior film e sceneggiatura originale dell’ anno Spotlight. La pellicola racconta in modo assolutamente veritiero e lineare come l’istituzione Chiesa, negli anni, abbia insabbiato numerose storie di abusi su minori. Allora, il fatto che durante la premiazione degli Oscar inizino una serie di audizioni che portano a galla un meccanismo orribile, fa storcere il naso un pò a tutti. Non sarebbe stato opportuno iniziarlo con maggiore rapidità, senza che diventasse inevitabile dopo l’esposizione mediatica dovuto al film?

Le dichiarazioni del cardinale George Pell:“Non sono qui per difendere l’indifendibile. La Chiesa ha commesso errori enormi e sta lavorando per porvi rimedio. Ha gestito in modo sbagliato le cose e ha fallito con le persone”, stanno portando a definire la portata di questo problema che esiste tutt’ora. Il cardinale è Prefetto della Segreteria per l’Economia e membro del consiglio dei cardinali che collabora con il Papa per la riforma della curia e ha tenuto a specificare, in totale tranquillità, che rispetto ai casi australiani di abusi avvenuti ad opera di John Day e Gerald Ridsdale ha avuto due reazioni. Nel primo caso, il padre in questione aveva negato mentre del secondo non ne sapeva niente, tanto che ha negato di aver provato a comprare il silenzio di nessuno.

La cosa che colpisce, però, è che emerge senza dubbio il meccanismo svelato dal team Spotlight del “Boston Globe” (vincitori del premio Pulitzer nel 2002). Praticamente, quando un religioso veniva scoperto la conseguenza più grave a cui poteva incorrere era il cambio di parrocchia. Lo stesso cardinale Pell ha dichiarato onestamente che se all’epoca un suo collega negava, era portato a credergli.

spotlight