Il cinema italiano a Tokio: 16 film in proiezione!

0

In partenza il 29 aprile il Festival del Cinema Italiano di Tokyo, che vede la cooperazione tra l’Istituto Luce Cinecittá nostrano e l’Asahi Shimbun, colosso editoriale giapponese, insieme all’Ambasciata Italiana e all’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo. Il festival di stampo internazionale terminerà il 5 maggio.

Uno dei mercati più influenti del mondo accoglie il cinema italiano ospitando 16 film, dalle “Proiezioni speciali” dedicate a Carlo Mazzacurati, ai film che hanno già una distribuzione giapponese, come Le meraviglieAllacciate le cinture.

A Tokyo si recherà una delegazione artistica variopinta composta da: Isabella Ragonese, per il film di inaugurazione del Festival Il giovane favoloso e per La sedia della felicità, Riccardo Milani e Paola Cortellesi per il loro Scusate se esisto, Lamberto Sanfelice e la protagonista Sara Serraiocco perla pellicola intitolata Cloro, Francesco Munzi, reduce dal successo di critica per l’uscita americana di Anime nere, presentato anche alla 71° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, Giulio Manfredonia e Maria Rosaria Russo per La nostra terra, Ferzan Ozpetek per il suo Allacciate le cinture, Edoardo Winspeare e Celeste Casciaro per In grazia di Dio, Alessandro Sperduti, coprotagonista di Torneranno i prati, Jacopo Olmi Antinori per I nostri ragazzi. Leonardo Guerra Seragnoli e Rinko Kikuchi, nota star giapponese, presenteranno Last summer.