Il Coronavirus si porta via Spasov, l’allenatore aveva 61 anni

0
Fonte: Pexels. Foto di google immagini contrassegnate per essere riutilizzate.

Un tragico lutto colpisce il mondo del calcio. Nella giornata di ieri, come riporta il portale Sportal nella versione bulgara, è venuto a mancare Nikola Spasov, attuale allenatore del Montana.

Il tecnico aveva 61 anni e da qualche giorno sta lottando contro il Covid-19. All’allenatore bulgaro, infatti, era stata diagnosticata una doppia broncopolmonite che l’aveva costretto a lasciare la sua abitazione ed essere ricoverato in ospedale. Spasov, negli ultimi giorni, stava migliorando.

Le sue condizioni, infatti, si erano stabilizzate e nella giornata di oggi erano previste addirittura le sue dimissioni dall’ospedale.

Nelle ultime ore, però, la situazione si è aggrava e il Covid ha fatto un’altra vittima illustre.

Per Spasov una lunga carriera non solo da allenatore, ma anche da calciatore. Sono state ben 389, infatti, le presenze in carriera e 174 le reti messe a segno. Il ritiro nel 1994. Diventò ufficialmente allenatore quattro anni dopo.