“Il COVID-19 clinicamente non esiste più”: la dichiarazione della virologa Capua

0
Il COVID-19 non esiste più
Ilaria Capua, Fonte Wikipedia

In una recente intervista, Ilaria Capua ha fatto una dichiarazione significativa. Clinicamente parlando, «Il COVID-19 non esiste più».

L’EFFICENZA DEL SISTEMA SANITARIO E SOCIALE – Un’affermazione che sostiene quanto già detto da Alberto Zangrillo, ricercatore e professore dell’ospedale San Raffaele di Milano. Il genoma del coronavirus non sarebbe cambiato, bensì noi, con il nostro sistema sanitario e sociale, lo avremmo teoricamente sconfitto. Ecco cosa dichiara la virologa ai microfoni di Rai 3, durante la trasmissione “Aspettando Le Parole”.

«Non è una fucilata è un patogeno che si manifesta in maniera diversa a seconda di diversi fattori, e le manifestazioni cliniche sono molto più gravi quando non c’è una cura. Credo che in realtà sia migliorato tutto il sistema – continua l’esperta – Ma da ex virologa vi dico che quando si dice che il virus è indebolito, questo non è proprio corretto. Il genoma del virus non è cambiato, quindi non possiamo dire questa cosa. Così come non posso dire che è diventato più aggressivo».

SECONDA ONDATA IMPROBABILE? – Secondo Capua una seconda ondata di contagi sarebbe alquanto improbabile, se rispettate le regole imposte.

«Questa non viene dalle fogne e non è una maledizione divina. La seconda ondata siamo noi. Il virus sta circolando in Italia, lo sta facendo a livelli bassi ma lo sta facendo. Se le persone più fragili continueranno ad avere certi comportamenti e si terranno lontani da nuovi contagi, la seconda ondata potrebbe anche non esserci». L’esperta conclude poi dicendo che:

«Non sono più una virologa, perché io non ho più un laboratorio dal 2012.[…] Ora dirigo un centro multidisciplinare. Ho fatto il virologo per tantissimi anni, ma adesso, così come sono ex parlamentare, posso anche fare questo… posso mollare e dire ‘sono una ex virologa». Il COVID-19 non esiste più quindi? La domanda rimane aperta, ma per Ilaria Capua non ci sono dubbi.