giovedì, Aprile 18, 2024
HomeCronacaIl 'Daily Mail' pubblica il video della sparatoria al bistrot

Il ‘Daily Mail’ pubblica il video della sparatoria al bistrot

Il Daily Mail ha pubblicato il video dell’attacco al bistrot da parte di Salah Abdeslam. È stato, ancora una volta,  un tabloid inglese a rompere le barriere. Nei fotogrammi del video viene mostrato il volto del terrorista con tanto di Ak47 fra le mani.

Le immagini mostrano come la paura e l’orrore fossero tangibili. La telecamera a circuito chiuso mostra scene abbastanza confuse ma si possono notare le reazioni dei civili presenti nel bistrot preso di mira. Prevalentemente sono reazioni e gesti istintivi che ad alcuni, però, hanno permesso di salvarsi la vita.

I colpi arrivano ininterrottamente nel locale, tanto che una donna si butta in un angolo, la commessa si rifugia sotto il bancone ed accoglie, accanto a sé, una anziana signora. Altri cittadini e cittadine francesi corrono verso le scale che portano verso il seminterrato, per scampare la morte.

Da ciò che è rappresentato nel video, la tragedia più pesante è stata avvertita presso i tavoli esterni, dato che si sono trovati di fronte all’aggressore. Qualcuno riesce ad allontanarsi svoltando un angolo, altri si stendono per terra. Fra questi una donna verso la quale il killer rivolge l’arma automatica: nella ricostruzione della testata giornalistica ma pare che in quel momento il kalashnikov si inceppi. Fatto sta che il terrorista fa come dei cenni: e la donna si rialza e scappa via. Sono le fasi in cui l’uomo con il mitra si mostra in favore di camera a figura intera, seppure a distanza. Nell’ inferno di quei colpi alla cieca non risulta che sia morto nessuno. Ma altrove, nella notte di sangue di Parigi, la fortuna è stata meno benigna verso ragazzi e ragazze, donne e uomini che stavano trascorrendo un venerdì sera, normale.

parigi

 

Alessandra De Vincenzo
Alessandra De Vincenzohttps://devincwriting.wordpress.com/
"Scrivo di tutto perché osservo ciò che mi è intorno".
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME