domenica, Marzo 3, 2024
Home Blog

Il Napoli è interessato a Strahinja Pavlovic: la corsa con la Juve

Strahinja Pavlovic, giovane difensore serbo di ventidue anni che ha costantemente brillato in questa stagione con il club austriaco, si è trovato a un passo dalla Serie A nel 2019, quando è stato a Roma per sostenere dei test con la Lazio. Pavlovic era stato inserito dalla UEFA nella lista dei giovani talenti da seguire e aveva il sogno di giocare per la Juventus.

A un passo dalla Serie A

Prima di trasferirsi nella Capitale, aveva affermato che “sarebbe stato saggio per un difensore venire in Italia”. La Lazio aveva offerto 5,5 milioni di euro per acquistarlo dal Partizan di Belgrado, e Igli Tare, il dirigente albanese della Lazio, aveva anche considerato la possibilità di concedere un prestito in Serbia per una stagione. Tuttavia, dettagliate valutazioni mediche avevano portato la Lazio a non concludere l’affare, e il 2 settembre aveva emesso un comunicato formale con le parole del dirigente albanese, dichiarando che “l’accordo tra le parti non si è concretizzato”.

Il Napoli ci prova

La crescita di Pavlovic non si è mai arrestata. Anche nel gennaio scorso, aveva parlato apertamente dell’interesse della Juventus, dichiarando di sentirsi onorato e menzionando l’amicizia con Vlahovic. Nell’estate più recente, ha attirato grande attenzione da parte del Napoli. L’arrivo di Cristiano Giuntoli a Torino ha riportato con forza l’interesse della Juventus per il giocatore, ma Pavlovic è stato anche monitorato dalla Lazio (nuovamente) e dal Napoli (di nuovo).

Nonostante sia del 2001, Pavlovic possiede già la maturità di un veterano e il carisma di un leader. Ha accumulato 31 presenze e segnato 3 gol con la Nazionale serba, e sebbene abbia giocato solo 4 partite con l’Under 21, è già una presenza fissa con i titolari della squadra nazionale. Dopo l’esperienza con il Partizan, ha fatto tappa al Monaco, al Cercle Bruges e al Basilea, e poi, dall’estate del 2022, è ufficialmente sbocciato e diventato un giocatore molto richiesto da metà Europa dopo il suo trasferimento al Salisburgo. La Thu-La è consapevole della sua crescente importanza.