Il Napoli si scopre fragile in difesa. Si sente la mancanza di Reina

0

Il Napoli è uscito malconcio dalla trasferta di Genova, dove sono riemersi tutti i dubbi di inizio stagione.
La squadra di Ancelotti non è riuscita ad imporre il suo gioco ed è stata schiacciata da quella di Gianpaolo.
La difesa protetta da Ospina non ha dato le dovute certezze ed è sembrata a tratti spaesata.
Il portiere colombiano è diventato l’indiziato numero uno a cui attribuire il flop del Napoli.
Con lui in porta la squadra partenopea ha subito ben cinque reti, un bottino pesante che le è valsa una vittoria e una sconfitta.
Anche contro il Milan, la squadra partenopea è andata sotto di due reti, salvo poi recuperare e vincere la partita.
Ma a cosa è dovuta la perforabilità della porta azzurra? Davvero le colpe sono tutte di Ospina?

Il Napoli si scopre fragile e sente la mancanza di Reina

La prima stagione del Napoli senza il portiere spagnolo si sta rivelando più complicata del previsto.
Il portiere era in grado, con il suo carisma e la sua personalità, di trasmettere sicurezza a tutto il reparto.

Infatti in queste prime partite di campionato, quello che sembrerebbe mancare alla squadra è proprio la difesa, che troppe volte si è fatta sorprendere e bucare con facilità.
Le colpe non sono tutte del portiere colombiano, ma sono da attribuire all’intero reparto difensivo, che non riesce a proteggere la porta azzurra.
Ancelotti deve correre ai ripari e sperare che con il ritorno di Meret gli azzurri possano invertire la rotta.