Il Prefetto di Roma Gabrielli bacchetta i tifosi in vista del derby: “Bisogna essere più responsabili”

0

Roma-Lazio si avvicina sempre più. Un appuntamento segnato sul calendario di qualsiasi tifoso delle due squadre, ma, anche e soprattutto, della prefettura di Roma. L’ordine pubblico, dentro e fuori lo stadio Olimpico, è una questione seria quando c’è questo tipo di match e non si può trascurare nemmeno il minimo dettaglio, considerando i tristi precedenti del passato. A tal proposito, ne ha parlato il prefetto Franco Gabrielli, che ha decisamente bacchettato i tifosi sulla questione stadio. Queste le sue parole in merito: Lo stadio non è una zona franca. E’ di tutti. Bisogna rispettare le regole ed essere responsabili delle azioni e della comunità in cui si vive. Continuo a sostenere le misure restrittive sulle curve. Bisogna rivedere i propri atteggiamenti e non fare muro contro muro, altrimenti di derby senza curve ne vedremo tanti. Attueremo repressione per tutti i comportamenti lesivi dell’ordine pubblico e della sicurezza. Se anche nelle Curve ritornasse un modo corretto di stare allo stadio verrebbero tolte le barriere. Dimostrateci i fatti e possiamo riparlarne. Collaborazione con le società? Poca da parte della società Roma, alla quale noi abbiamo comunicato il provvedimento (la divisione in barriere della Curva Sud, ndr) una settimana dopo la fine del campionato. Qualcuno si è occupato più di fare telefonate, piuttosto che di informare realmente i tifosi della nuova capienza del settore. Il problema è che si è subito il provvedimento, ma non si è fatto nulla”.