Il Real Madrid pecca di presunzione ma vince

0

Il Real Madrid si è qualificato nel suo girone di Champions, sicuro anche di terminare in prima posizione qualora dovesse perdere clamorosamente l’ultimo match da giocare con il Malmo al Bernabeu. A causa degli scontri diretti, infatti, il PSG non avrà la possibilità di ottenere il primo posto nel girone in caso di pari punti con le merengues. Il Real Madrid ha questa sera ottenuto la vittoria che cercava contro lo Shakhtar, battendo i padroni di casa per 3-4, ma ciò che è accaduto negli ultimi 15 minuti di partita ha qualcosa di incredibile.

Sì, perché sul 4-0 in favore del Real gli avversari sono stati capaci di realizzare ben tre reti, portando la partita praticamente in bilico fino alla fine dei minuti di recupero. Al di là dell’opaca vittoria, una buona notizia per Benitez è rappresentata dalla doppietta siglata da Cristiano Ronaldo, che negli ultimi tempo non ha dimostrato un gran feeling con il gol; per i galacticos in rete anche Modric e Carvajal.

Fatto sta che Ronaldo & Co. hanno praticamente smesso di giocare al 75′, pensando evidentemente che gli avversari avessero ormai abbandonato qualsiasi speranza di rimonta. Il problema è che lo Shakhtar non era affatto morto: prima Teixeira al 77′, poi Dentinho all’80’ e infine ancora Teixeria all’88’ hanno infatti riacceso la speranza di riuscire nell’impresa, ma purtroppo per gli ucraini a quel punto non c’era più tempo per agguantare il pareggio. Real Madrid che vince ma non convince. Oltre ai contrasti interni nello spogliatoio, adesso per Benitez si aggiunge la fragilità difensiva: sono infatti ben 7 le reti subite dal Real nelle sue ultime due partite giocate tra Liga e Champions.