Il rimedio naturale più efficace per la riduzione del colesterolo? Una buona e corretta alimentazione

0

Il colesterolo, almeno nell’immaginario comune, è un mostro nero e cattivo. Nella realtà dei fatti non è proprio così, poiché si tratta di una molecola fondamentale per l’organismo umano.

Alla base della sintesi della vitamina D, ma anche degli ormoni adrenalinici e di quelli sessuali steroidei, gode di un ruolo chiave anche nella produzione della bile, sostanza del fegato fondamentale per eliminare i grassi in fase di digestione.

Di fatto, quindi, il colesterolo non è così cattivo come viene descritto ed ha molteplici funzioni benefiche… Almeno finché la sua presenza si limita alle membrane cellulari. Tutte le problematiche legate al colesterolo si verificano quando si registrano dei pesanti accumuli nel sangue, che possono portare all’occlusione delle arterie, con conseguenze e rischi per l’apparato cardiovascolare.

Un passo indietro: le varie tipologie di colesterolo

Le preoccupazioni legate al colesterolo cominciano quando si riscontra un’eccessiva presenza di lipoproteine a bassa densità nel sangue. Queste, conosciute come LDL o colesterolo cattivo, si rilevano solo tramite analisi del sangue e la loro eccessiva presenza non porta a sintomi evidenti.

Quello che non tutti sanno è che il nostro corpo è costituito anche dal colesterolo HDL, ovvero lipoproteine ad alta densità, utili a rimuovere il colesterolo cattivo in eccesso trasportandolo al fegato, organo nel quale viene eliminato. Maggiori saranno i valori di HDL e minori saranno i rischi ai quali si può andare incontro. Al contrario, se i valori di LDL superano i 99 mg/dL è bene intervenire per riportare il livello entro un limite desiderabile.

Colesterolo alle stelle: che cosa fare?

Quando il colesterolo è troppo alto si entra in una condizione clinica denominata ipercolesterolemia. In questo caso, l’unica azione che si può intraprendere è quella di interpellare il proprio medico di base e lasciar valutare a lui la necessità o meno di una terapia farmacologica.

Ad ogni modo, se si tratta di una lieve alterazione può non essere necessario passare dai farmaci per la cura, ma si può cominciare con la modifica del proprio stile di vita e delle abitudini alimentari.

Via libera a tutti gli alimenti sani, quindi frutta e verdura di stagione, cereali, carni bianche, frutta secca e pesce azzurro (ricco di Omega 3).

Chi desidera un rimedio naturale per abbassare il colesterolo in maniera naturale può appoggiarsi anche a Danacol, la bevanda funzionale prodotta da Danone a base di latte scremato fermentato ed arricchita di steroli vegetali. I test effettuati hanno dimostrato che, se assunto quotidianamente e per almeno tre settimane, a seguito del pasto principale ed in abbinamento ad un regime alimentare sano, il colesterolo LDL può diminuire fino al 10%. A conti fatti, quindi, Danacol funziona come rimedio naturale per ridurre l’ipercolesterolemia, sempreché sia abbinato ad una dieta equilibrata e a della sana attività fisica.

Ad ogni modo, per una corretta alimentazione in generale, è sempre necessario e fondamentale eliminare il consumo di cibi ricchi di grassi saturi come, per esempio, frattaglie, salumi e formaggi grassi.