In città mobilitazione civile contro la camorra mentre restano gravissime le condizioni di Noemi

0
Noemi
Striscione per Noemi

A Napoli Mobilitazione in piazza Nazionale contro la criminalità. L’associazione “Popolo in cammino” ha voluto questa iniziativa a seguito del ferimento della piccola Noemi, di quattro anni, colpita da una pallottola vagante nel corso di un agguato a un pregiudicato. La mobilitazione rappresenta “una vera e propria rivolta delle coscienze, una risposta civile, sociale, culturale che parte dai quartieri della città”.

Intanto le immagini della sparatoria in cui è rimasta gravemente ferita la piccola sono circolate sul web.

La tv locale Juorno.it ha reso pubbliche le immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso della zona di Piazza Nazionale. Si vede il killer arrivare in scooter, con casco integrale in testa e una tuta da pioggia per impedire il proprio riconoscimento.

L’uomo si lancia all’inseguimento del suo vero obiettivo, Salvatore Nucaro, e spara in mezzo alla strada senza preoccuparsi della presenza dei passanti. E in una parte di questo video si vede anche il momento in cui Noemi viene travolta dai due che si inseguivano.

Intanto restano estremamente gravi le condizioni della bambina. Dall’Ospedale Santobono, dove la piccola è ricoverata, comunicano che “persiste una grave insufficienza respiratoria derivante dal danno polmonare”.

Tutto ciò, si ricorda, a causa del proiettile che ha perforato un polmone ed è stato poi rimosso in un lungo intervento chirurgico. La bambina è tuttora sedata e collegata al ventilatore meccanico. “Le sue condizioni cliniche permangono estremamente gravi e la prognosi riservata”.