Indiscrezione de La Gazzetta dello Sport: Higuain ha preso 4 giornate di squalifica! Punito anche Sarri! I dettagli!

0
LA SENTENZA – Quattro turni di stop per il Pipita. Non sono ancora state rese ufficiali le decisioni del giudice sportivo, ma la Gazzetta dello Sport lancia la clamorosa indiscrezione in anteprima. Non sappiamo se corrisponda alla realtà, ma la riportiamo. Tutto come nelle previsioni, come vi avevamo anticipatoTosel avrebbe calcato decisamente la mano in questa fattispecie. Espressioni irriguardose e ingiuriose ripetute, ma nessun cenno alla condotta violenta. Queste sarebbero le motivazioni che hanno condotto a ciò. Pagate a caro prezzo, a questo punto, quelle mani sul petto dell’arbitro Irrati, che tanto hanno fatto discutere e fanno ancora discutere, soprattutto a livello televisivo nazionale. Ora Si attende solo il suo referto del post-gara di Udine per ufficializzare la sentenza. Higuain rischia, dunque, di saltare, nell’ordine, i match con Verona, Inter, Bologna e persino lo scontro diretto con la Roma. Una tegola non indifferente fare a meno di uno che ha segnato la bellezza di 30 gol in 31 partite di campionato. Il condizionale, in questi casi, è d’obbligo, quindi ci andiamo cauti! Ci sarebbe anche un ammenda nei suoi confronti, seppur di poche migliaia di euro, che punisce il tentativo di farsi giustizia con Felipe prima di abbandonare il campo.
LA SANZIONE – C’è di più: sarebbe stato squalificato anche il tecnico Sarri, fermato per un turno, che quindi non andrebbe in panchina nella sfida di domenica ore 15 col Verona. Alla base del provvedimento, in questo caso, le sue espressioni ingiuriose rivolte agli ufficiali di gara. Anche in questo caso Tosel avrebbe calcato fortemente la mano, infliggendo la squalifica al tecnico toscano. Se fosse confermato questo scenario, il Napoli si ritroverebbe nelle prossime decisive partite a rincorrere la capolista Juve senza il suo Bomber principe. Alle spalle c’è una Roma rinvigorita dalla cura Spalletti. Gli azzurri sospesi tra due fuochi: guardare avanti o guardare indietro? Il dilemma è oxfordiano. Aspettando Tosel!