Insigne al Toronto, La Repubblica: “De Lauretiis apre per la cessione immediata”

0
Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne, foto di commons.wikimedia.org

Un contratto da circa 7,75 milioni di euro netti hanno convinto Insigne a lasciare il Napoli e l’Italia per trasferirsi in Canada, al Toronto. Il classe 91′ non ha ceduto alle offerte al ribasso di De Laurentiis, e  quest’ultimo non è voluto venire incontro alle richieste dell’entourage del calciatore orginario di Frattamaggiore. Il rappporto tra i due si è così incrinato e le trattative “congelate”: così che la sensazione che il capitano potesse lasciare il Napoli si stava concretizzando con il passare dei mesi, fino al fatidico giorno del 5 gennaio, quando è arrivata la firma per il Toronto.

Tutto il mondo Napoli si domanda e si divide su come saranno le prestazioni di Insigne in questi mesi, prima del suo trasferimento ufficiale, che avverrà a luglio 2022. L’agente di Insigne, ha dichiarato sulla diretta Twitch di Owc sport, che nonostante questa situazione continuerà a dare il 100%, fino alla fine della stagione: “[…] Insigne si sta impegnando alla grande come se avesse un contratto lungo e non per la prossima scadenza. Perché quando giochi ad alti livelli certi discorsi non hanno senso“.

Nelle ultime ore, il quotidiano “La Repubblica”, ha rilasciato alcuni aggiornamenti sulla questione Insigne: sembra che De Laurentiis abbia aperto per una cessione immediata (da gennaio) del capitano azzurro, in modo da poter monetizzare qualche decina di milioni di euro. Ora la palla passa al Napoli. Che, nelle ultime ore, dopo aver capito di aver perso il calciatore, ha aperto a una cessione immediata del suo capitano. Anche a una cifra non proprio insormontabile: 10 milioni di euro, a sei mesi dalla scadenza del contratto, basterebbero eccome. L’unica strada per monetizzare un addio ormai deciso da mesi. Quasi inevitabile, visto che l’offerta del club era addirittura inferiore alla cifra percepita sino a oggi da Lorenzo.”

I problemi per una cessione immediata sarebbero principalmente due: il primo è quello di trovare un sostituto adatto ad Insigne, durante il mercato di gennaio; il secondo è di natura “esterna” al Napoli, poichè secondo La Repubblica riguarderebbe la Nazionale italiana: “gli azzurri infatti sono impegnati il 24 marzo nello spareggio Mondiale con la Macedonia e a quella data Toronto avrebbe giocato solo 4 partite (il campionato parte il 26 febbraio)”.

Intanto Insigne è ancora un giocatore del Napoli, e ieri nella partita contro la Juventus, con gli azzurri in piena emergenza, fornisce una prestazione da “capitano vero”, grintosa e tecnica. Questo è il commento rilasciato da Tuttomercatoweb riguardo la partita di Insigne: La prima dopo la firma col Toronto è da capitano vero. Entra per il riscaldamento e applaude i suoi tifosi, trascina i suoi: cattivo e concentrato. E il gol che sblocca il match arriva proprio da una sua verticalizzazione.”