Insigne: Niente di fatto per il rinnovo, e l’Inter diventa una vera tentazione: tutte le cifre

L'addio del capitano a fine stagione è oggi un'ipotesi più che concreta, Marotta alla finestra

0
Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne fonte foto: Di Photo by Clément Bucco-LechatCropped by Danyele - Original photo, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=57130396

Lorenzo Insigne, amatissimo capitano del Napoli, non ha ancora trovato un’intesa per il prolungamento del suo contratto in scadenza a giugno, e l’ipotesi che possa cambiare squadra a fine stagione è ormai concreta.

A parlare della situazione è La Gazzetta dello Sport: “A questo punto, che il capitano possa andare via a fine stagione è un’ipotesi molto concreta. L’illusione cavalcata dal suo entourage e dalla parte più passionale del tifo potrebbe rimanere tale. Perché le parti non sono riuscite a trovare il punto d’intesa nell’incontro che c’è stato, un paio di settimane fa, quando Aurelio De Laurentiis ha ricevuto Vincenzo Pisacane, il procuratore del giocatore“.

Napoli sempre più lontano

Le posizioni attuali lasciano poco spazio all’ipotesi rinnovo. L’offerta presentata dal presidente ha spiazzato la controparte, impreparata ad un’eventualità del genere. In effetti, De Laurentiis ha proposto un contratto quinquennale alle stesse cifre attuali, cioè 4,6 milioni di euro a stagione. Uno sforzo non previsto dopo che negli ultimi mesi la sua offerta si era attestata su 3,5 milioni più eventuali bonus. Dunque, con questa mossa, la proprietà ha deciso di dare un’accelerata, di provare a chiudere l’operazione prima di fine anno. […] La proposta del presidente, in ogni modo, non è stata ancora convincente. Il procuratore di Insigne vorrebbe che la società gli riconoscesse anche un bonus per il cartellino, si parla di una richiesta di 7 milioni di euro. È dinanzi a queste pretese che la discussione si è bloccata“.

L’attenzione dell’Inter per il capitano del Napoli non è mai calata. D’altra parte, avere la possibilità d’ingaggiare a parametro zero il 10 della Nazionale italiana non è roba di tutti i giorni. Già nella scorsa estate, la posizione dell’attaccante era stata valutata da Beppe Marotta, ma l’idea di dover spendere una trentina di milioni per un giocatore col quale avrebbe potuto accordarsi già a gennaio, a zero euro, l’aveva scoraggiato. Tanto che ha poi puntato sull’acquisto del laziale Correa, che ha caratteristiche simili.

Pare che l’Inter sarebbe anche disposta a riconoscergli i sei milioni di ingaggio, ma resta da capire se i costi non aumenteranno per l’acquisizione del cartellino. Certo, aver saputo che sul mercato c’è un calciatore dalle potenzialità di Insigne, a costo zero, per forza di cose ha destato anche l’interesse di qualche club europeo. Al Manchester United, per esempio, non dispiacerebbe trattarlo e, probabilmente, se dovesse andare via da Napoli, pure a Lorenzo non dispiacerebbe vivere l’esperienza in Premier League in uno dei club più prestigiosi d’Europa. Ma si tratta soltanto di ipotesi, perché il capitano non dispera di trovare l’accordo con De Laurentiis“.