Inter a tutta plusvalenza: Ausilio ne studia altre due per i prossimi giorni

0
Piero Ausilio
Piero Ausilio, ds dell'Inter dal 2010. Foto Youtube

L’Inter non si ferma più , anzi rilancia forte sui suoi giovani per mettere a registro un numero sempre maggiori di plusvalenze. Marotta e Ausilio stanno realizzando, giorno dopo giorno, un vero miracolo finanziario puntando su una Primavera dalle altissime qualità sportive e dal conseguente alto valore di mercato.

Il FPF deve aver fatto aguzzare l’ingegno in sede e ad oggi si contano almeno una decina di cessioni che hanno generato abbastanza liquidità da coprire il buco di 40 milioni col fisco UEFA. L’ultimo in ordine di tempo è stato il baby Pinamonti ceduto al Genoa per 18 milioni di euro.

La promettente punta dell’Under21 ritroverà tra i carruggi genovesi i suoi vecchi compagni Radu e Valietti. Lo stesso destino è toccato ad Emmers e Vanheusden ora definitivamente allo Standard Liegi, a Bettella e Carraro (Atalanta), Manaj (Albacete) e Bardi (Frosinone).

Nelle ultime ore la lista dei partenti si è ulteriormente allungata. I nomi sono quelli dei giovanissimi Karamoh e Burgio. Il francesino, ala dei blues Under21, sembrava pronto per il trasferimento definitivo proprio nel Bordeaux che lo aveva accolto in prestito un anno fa. Purtroppo l’affare non si è concluso ma per il ragazzo si stanno aprendo le porte della Serie A coi gialloblu del Parma. Per l’appena diciottenne Burgio invece sembra tutto fatto per il trasferimento a Bergamo.

Non la si chiamerà diaspora però poco ci manca. La Primavera dell’Inter si impoverisce di tanti piccoli campioni che hanno alle loro spalle vittorie e tanti riconoscimenti, tuttavia il loro sacrificio non andrà perduto. Una volta che i conti torneranno a sorridere la dirigenza interista potrà iniziare a mettere a segno i colpi tanto agognati da Conte.