Inter attenta ai cartellini! Due super titolari rischiano di saltare la Roma

0
Lautaro Martinez
Lautaro Martinez, giocatore dell'Inter impegnato in Copa America con la albiceleste argentina. Foto Wikimedia Commons

Ce lo si aspettava e alla fine il giudice sportivo non ha potuto fare altro che ratificare le ammonizioni in cui sono incappati Milan Skriniar e Lautaro Martínez contro il Torino. I due entrano così nel limbo dei diffidati e contro la Spal dovranno stare attenti a non eccedere in comportamenti che potrebbero fargli saltare la delicata sfida contro i giallorossi.

Conte predica calma e nei prossimi giorni cercherà di catechizzare i suoi al rispetto delle regole di gioco. Sia Skriniar che Lautaro Martinez sono, rispettivamente, due perni fondamentali dell’ossatura della formazione del tecnico leccese. Un loro eventuale forfait aprirebbe una crisi nei due reparti che finora meglio hanno figurato in Serie A e Champions.

Fare a meno dello slovacco in difesa non sarebbe facile per nessuno. All’Inter si augurano di scongiurare l’eventualità ma se così non fosse allora riecco riaprirsi il maxi ballottaggio per due posti al fianco di De Vrij. Godin, Bastoni, Ranocchia o, al limite, anche D’Ambrosio sono già in preallarme per la sfida di San Siro contro la banda di Fonseca.

In attacco le cose si farebbero invece molto più complicate. L’assenza di Lautaro Martinez potrebbe togliere molte delle certezze fin qui acquisite dalla squadra nerazzurra. Gli automatismi con Lukaku sono una certezza della coppia che potrebbe trovarsi divisa nel momento più delicato fino al giro di boa.

Senza Sanchez, ancora a fare i conti con i postumi dell’operazione alla caviglia di metà ottobre, l’unico che potrebbe prendere il posto dell’argentino sembrerebbe essere il romano Matteo Politano. L’impostazione del gioco dovrebbe modificarsi sensibilmente considerate le caratteristiche non proprio similari dei due attaccanti e questo è proprio ciò che Conte vorrebbe evitare. Quindi bando a entrate violente e rimostranze eccessive. L’inter non può permettersi defezioni!