venerdì, Giugno 14, 2024
HomeSportCalcioInter, attenzione a Dumfries: un altro club di Premier interessato all'olandese

Inter, attenzione a Dumfries: un altro club di Premier interessato all’olandese

Sarà un mercato invernale all’insegna del mondiale. Manca sempre meno all’edizione 2022 della Coppa del Mondo, mentre i campionati nazionali più importanti al mondo verrano interrotti. L’Italia non ci sarà, ma saranno presenti molti calciatori della Serie A, tra cui anche alcuni calciatori dell’Inter: sicuramente partiranno Lautaro, Lukaku ( se si riprenderà dall’infortunio) e Onana, mentre in dubbio sono Gosens e Correa. Già ufficializzati invece Brozovic, e i due olandesi De Vrij e Dumfries.

Proprio quest’ultimo, con la maglia degli oranges potrebbe mettersi nuovamente in mostra, come fece in Euro 2020. Dopo un grande inizio di stagione, Dumfries, è un po’ calato nelle recenti partite: lo dimostra l’ultima partita contro la Juventus, in cui oltre a divorarsi un goal davanti al portiere, è risultato un po’ invisibile per tutta la partita, perdendo nettamente il duello contro Kostic.

Nonostante questo, l’ex Psv rimane un giocatore fondamentale per i neroazzurri, e anche molto ben visto dalle squadre estere. In particolare, c’è un grande apprezzamento dalla Premier League, considerando l’interessamento del Chelsea durato tutto il mercato estivo.

Secondo quanto riferisce calciomercato.com, ci sarebbe un altro club inglese interessato a Dumfries: “Il Tottenham guarda in casa Inter, con Denzel Dumfries obiettivo degli Spurs per la fascia destra. Secondo l’Express il club londinese può offrire Emerson Royal ai nerazzurri per provare a sbloccare la trattativa per l’olandese.”

Il brasiliano ex Barcellona è stato seguito in passato proprio dall’Inter e non è riuscito in quest’ultimo anno ad entrare nelle grazie di Antonio Conte. Il classe 99′ è stato spesso preferito da Matt Doherty, o gli adattati Perisic/Sessegnon. Ad ogni modo, considerata la necessità del club nerazzurro di far cassa entro il prossimo 30 giugno 2023, tutto dipenderà dalla parte cash che i londinesi saranno disposti a mettere sul piatto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME