Inter, Brozovic ai saluti: al suo posto Gabbiadini o Candreva

0

La storia di Marcelo Brozovic e l’Inter sembra destinata a esaurirsi nel giro di 18 mesi. Dopo che a gennaio si era presentato l’Aston Villa con un’offerta definita “interessante” ma non “accettabile” perché la squadra si stava giocando il campionato, adesso le strade possono concretamente dividersi. E lo dice a Sky il suo agente, Miroslav Bicanic: “Piero Ausilio è andato in Inghilterra? Allora vuol dire che ha intenzione di venderlo. Marcelo è combattuto perché in questo momento sta bene nella città di Milano e all’Inter, ma vorrebbe giocare la Champions l’anno prossimo. La mia personale opinione è che lui resterebbe se l’Inter gli offrisse un contratto migliore e che merita, al livello dei migliori giocatori in rosa. Ma finora il club non ha dato segnali in questo senso, quindi traggo la conclusione che potrebbe venderlo“.

I SOSTITUTI- Intanto, in entrata, l’Inter cerca il possibile sostituto di Marcelo Brozovic. Mancini vuole un giocatore molto duttile che possa fare l’ala destra, ma che allo stesso tempo sia dotato di un buon piede sinistro. Il sogno dell’allenatore jesino è a doppia faccia: il primo porta a Domenico Berardi del Sassuolo, sul quale la Juventus ha più che una promessa. Più avvicinabile, Manolo Gabbiadini: Mancini ha tentato di prenderlo due volte, ma ora l’ex Bologna ha tutta l’intenzione di andare a giocare. Nella lista della considerazioni manciniane, però, è altissimo anche Antonio Candreva. Si sussurra che ci sia stato ancora un contatto fra Lotito e l’Inter: l’azzurro è allettato dall’Atletico Madrid – che intanto è vicino a Gaitan dal Benfica -, ma allo stesso tempo vedrebbe di buon occhio restare in Italia con l’Inter. Che avrebbe offerto Ranocchia e anche Biabiany. Infine, ecco anche l’opzione che arriva dall’estero: si chiama Marlos, brasiliano, Shakthar Donetsk. Servono almeno 10 milioni di euro. Ecco perché le operazioni di tesoretto dell’Inter sono già partite: obiettivo 40 milioni.