Inter, ceduto Santon in prestito al West Ham

0

Il calciomercato ci ha sempre abituati a numeri colpi di scena, a dir poco pazzeschi. Trattative impossibili rese fattibili nel giro di poche ore. Come nel caso di Ibrahimovic nel 2011: Lo svedese pativa le pene dell’inferno a Barcellona, sotto la guida di Pep Guardiola. Il campione voleva una nuova avventura, e magari ritornare in Italia. Ed ecco che si presente il Milan, con il quale nascerà poi un rapporto magico, pronto ad accoglierlo a braccia aperte. L’amore tra Ibra e il Milan era diviso dal ricco ingaggio dello svedese e dalla volontà del Barcellona di non svenderlo. Tuttavia la trattativa si concluse con i blaugrana che accettarono la proposta rossonera di un prestito con diritto di riscatto. Ma il calciomercato ci ha abituato anche a trattative praticamente chiuse, saltate poi cosi all’improvviso. Protagonista sempre il Milan, che nel 2009 aveva praticamente acquista Aly Cissokho dal Lione, e che non superò le visite mediche. Come non ricordare poi il mancato passaggio di Luiz Adriano in Cina, per via di problemi dovuti all’ingaggio.

Il caso più recente, però, è quello di Davide Santon. Il terzino dell’Inter, solo qualche settimana fa, sembrava pronto a cominciare la sua nuova avventura al Napoli di Maurizio Sarri. Ma come nel caso di Cissokho, non riusci a superare le visite mediche, a causa di un problema fisico dovuto ad un serie di infortuni durante la sua carriera. Santon torna cosi all’Inter demoralizzato, in quanto sperava di diventare una pedina importante dello scacchiere di Sarri. Ma nulla è perduto. Secondo il giornale inglese The Sun, il West ham avrebbe offerto all’Inter il prestito del terzino di Portomaggiore con riscatto fissato a 6 milioni. Il giocatore non rientra più nei piani di Roberto Mancini, e d è molto probabile che l’affare si farà. L’ultimo ostacolo: le visite mediche. Il trasferimento al Napoli è saltato proprio per questo motivo e solo in caso di esito positivo, Santon potrà iniziare la sua nuova avventura in Premier League.