Inter, certo l’addio a Lautaro Martinez: al suo posto arriva Aubameyang

0
Lautaro Martinez
Lautaro Martinez, giocatore dell'Inter impegnato in Copa America con la albiceleste argentina. Foto Wikimedia Commons

Il tempo delle decisioni si avvicina a passo spedito per l’Inter che, in poco più di un mese, dovrà scegliere il suo prossimo bomber. Le voci sull’addio di Lautaro Martinez stanno diventando sempre più una certezza. Il goleador argentino l’anno prossimo giocherà in Liga e a Milano si studia il piano per non rimanere scoperti in un ruolo nevralgico del gioco di Conte.

Senza Lautaro, solo Lukaku a disposizione di Conte per la prossima stagione

L’Inter anche l’anno prossimo, infatti, continuerà a schierare le due punte lì davanti. Le cessioni di Lautaro e Icardi, la poca maturità del baby Esposito e il ritorno in Premier di Alexis Sanchez lascerà i nerazzurri con il solo Lukaku sicuro di un posto in squadra. Ecco perchè, con i prossimi proventi delle cessioni Marotta e soci stanno pensando ad un piano per portare in squadra nuovi profili all’altezza del team e delle sue ambizioni.

I provinati sono stati tanti e molti di più ancora lo saranno. A cominciare da Olivier Giroud, dato per prossimo all’approdo a gennaio e poi sfumato  per il poco appeal del profilo, passando per Timo Werner fino ad arrivare al sogno Griezmann. Gli osservatori interisti continuano a mandare rapporti quasi quotidiani alla volta di Marotta e Ausilio che li girano al tecnico salentino in cerca di approvazione.

Un colpo finanziato con l’addio di Icardi

Al momento il giocatore che più di tutti appare in netto vantaggio per vestire da giugno la casacca nerazzurra è quel Pierre-Emerick Aubameyang che così bene sta facendo in quel di Londra all’Arsenal. Il passato nelle giovanili milaniste gli sarebbe di grande aiuto per un nuovo ambientamento nel contesto milanese e con l’italiano. I rapporti con i Gunners sono buoni. Inoltre la scadenza del suo contratto fissato alla fine della stagione 2020/21 darebbe ai londinesi l’ultima opportunità di ricavare qualcosa dal suo addio prima di vederlo andare via a parametro zero.

L’Inter segue molto da vicino il trentunenne gabonese e spera di riuscire a strapparlo dalla corte di Arteta per un prezzo molto inferiore ai 65 milioni spesi dagli inglese solo due anni fa. La fumata bianca potrebbe arrivare attorno ai 50 milioni, una cifra praticamente già coperta dalla cessione del solo Icardi. Il tesoretto di 111 milioni derivante dal trasferimento del “Toro sarà invece impiegato per rinforzare altri reparti della squadra e allungare una panchina sembrata, per lunghi momenti della stagione, troppo corta e carente di alternative di qualità.