Inter, cessioni big: il Chelsea offre 60 milioni + Alonso per Hakimi

In arrivo offerte che si avvicinano sempre di più alle richieste dell'Inter (70 milioni più bonus)

0
Hakimi con la maglia della nazionale marocchina, fonte Wikimedia Commons
Hakimi con la maglia della nazionale marocchina, fonte Wikimedia Commons

Ad affrontare il punto della situazione sulla campagna di cessioni in casa Inter è stata La Repubblica, che in particolare ha parlato della situazione di Hakimi, fortemente voluto dal Chelsea.

“Per il velocissimo esterno marocchino il Psg è pronto a pagare 65 milioni cash. Il Chelsea ne mette sul piatto 60 più il cartellino del terzino sinistro Marcos Alonso. Offerte che si avvicinano sempre più alla richiesta dell’Inter di 70 milioni più bonus – si legge -. Per quanto riguarda Lautaro, ha rifiutato una prima proposta di rinnovo”.

“L’Inter valuta il suo cartellino 90 milioni (la clausola valida per l’estero è addirittura di 111) ma il suo stipendio attuale è di 2,5 milioni netti a stagione. Poco, per un top player. Se i nerazzurri vorranno tenerlo, dovranno alzare la posta. Camaño peraltro ha ottimi rapporti a Madrid, dove il Toro interessa. Tanto ai Blancos, quanto ai Colchoneros“.

In entrata, invece, sia novità sia obiettivi ormai storici, voluti da tempo da Marotta. “Per coprire la fascia destra in caso di partenza di Hakimi, fra i nomi che i dirigenti nerazzurri hanno sottoposto a Simone Inzaghi c’è quello di Danzel Dumfries, esterno del Psv Eindhoven (il contratto scade nel 2023) e della nazionale olandese – conferma Repubblica -. In caso il tecnico ex Lazio dopo averlo valutato dia l’ok, gli uomini mercato della Pinetina potrebbero tentare un approccio convinto per portare a Milano il 25enne di origini caraibiche”.

“Nello stesso ruolo, un’alternativa è Emerson Royal, rientrato a Barcellona dal prestito al Betis. Ma è molto caro. E il tecnico piacentino non ha intenzione di provare a portare con sé il biancoceleste Lazzari. Visti i rapporti fra Inter e Lazio, incrinati proprio dal passaggio dell’allenatore in nerazzurro, fare affari con Formello per il club di via della Liberazione potrebbe essere complicato”.