Inter, comunque vada con Icardi sarà un successo…e Marotta già si sfrega le mani

0
Mauro Icardi, fonte Flickr
Mauro Icardi, fonte Flickr

L’Inter guarda con sempre maggiore fiducia il futuro che l’attende. La partita scudetto non è ancora chiusa e non lo sarà fino a maggio. Il mercato ha regalato ottimi profili per il gioco di Conte che hanno subito trovato grande feeling con il resto della rosa. I giocatori ceduti a titolo definitivo e in prestito rappresentano un tesoretto da cui far ripartire la campagna acquisti estiva. Insomma, un’ottima base da cui guardare al futuro con speranza e ambizione.

Ottime notizie arrivano soprattutto da Parigi con il PSG a fare da ponte tra Inter e Juventus sull’affare Icardi. L’argentino è un obiettivo pluriconclamato del DS Paratici che, d’accordo con l’omologo Leonardo spera di poter presto annoverarlo tra i bianconeri della prossima stagione.

I francesi vantano un diritto di acquisto del bomber di Rosario da 70 milioni con l’Inter già al termine della stagione in corso. L’idea è quella di avvalersi di tale possibilità per poi valutare una repentina cessione di Icardi alla Juventus in cambio di Pjanic e un lauto conguaglio.

In tanti bollano l’affare come un furbo escamotage da parte dei bianconeri per arrivare ad un giocatore per cui solo 9 mesi fa avrebbero dovuto sborsare una cifra molto vicina ai 100 milioni. Ma a ben guardare la vera vincitrice dell’affare sembrerebbe proprio l’Inter i motivi sono molteplici.

Il primo è legato alle prestazioni dell’attaccante sudamericano. Nonostante i venti gol finora messi a segno, Icardi non gode di una buona reputazione nello spogliatoio del PSG esattamente come fu in quello nerazzurro. Il ritorno a Milano è altamente sconsigliato e trovare una sistemazione con così poco sforzo a Torino è di sicuro un’ottima notizia.

Inoltre a quasi un anno di distanza la valutazione di Icardi ha subito un netto decremento che ha portato il suo cartellino molto al di sotto dei 70 milioni garantiti dal PSG. Con quella cifra e con i proventi degli altri prestiti in giro per l’Italia e nel mondo l’Inter e Marotta sono pronti ad aggredire il prossimo mercato con rinnovato vigore. Conte avrà di che gioire. La prossima Inter sarà sempre più a immagine e somiglianza del suo allenatore.