Inter, Conte e il suo ritorno ai nerazzurri. Ne parla Santini

0
Antonio Conte
Antonio Conte neo allenatore dell'inter. Fonte WIkimedia Commons

La breve storia tra Antonio Conte e il Tottenham è quasi giunto al termine. Dopo un anno e mezzo di gestione del tecnico pugliese, le strade potrebbero separarsi dopo l’ennesimo percorso che non ha portato trofei nella bacheca degli Spurs. Un risultato un po’ insolito per il mister ex-Inter, visto che dovunque è andato ha vinto almeno una coppa.

Oltre ai risultati deludenti i questa stagione (ma in piena lotta per la conquista di posto in Champions), a costare caro sono state le dichiarazioni post-partita contro il Southampton, il quale ha visto la sua squadra essere rimontata dal 3-1 al 3-3. Conte ha usato parole al veleno contro la proprietà che gestisce la squadra londinese, indicandola come principale colpevole per i mancati successi degli Spurs durante tutti questi anni.

Per questo motivo, sono subentrati i primi rumors per quale sarà il futuro di Conte dopo il Tottenham. Molti media indicano il ritorno all’Inter come ipotesi più papablie. A tal proposito, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Fabio Santini, giornalista, ha parlato così di un possibile Conte bis: “Conte prende 15 mln netti l’anno al Tottenham. Lo scenario vede Mourinho-Real Madrid, Ancelotti-Brasile e Conte che farebbe carte false per tornare all’Inter. Ma ci sono tanti però: l’Inter non ha denaro, non può sostenere un allenatore così forte avendo una presidenza così debole.”

“Non escluderei quindi la Roma, se decidesse di ridursi l’ingaggio, oppure un anno sabbatico. Questa è la situazione, ora vediamo cosa accadrà. Ha il profilo adatto a una ricostruzione. Se l’Inter volesse ricostruire, lui sarebbe ideale, anche con giocatori non top. Lo vedo bellissimo alla Roma per questo. Se tornerebbe davvero all’Inter? Eccome, ci sono stati già dei contatti tempo fa ma non può farlo l’Inter”.