Inter, Conte è infuriato: sfuma Gervinho, Nainggolan rimane e in arrivo c’è solo Darmian

0
Gervinho, ex giocatore della Roma, fonte By Photo by romazoneCropped and retouched by Danyele - DSC_0725_gervinho (original photo), CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=47767671
Gervinho, ex giocatore della Roma, fonte By Photo by romazoneCropped and retouched by Danyele - DSC_0725_gervinho (original photo), CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=47767671

Fine del calciomercato che lascia tanto amaro in bocca in casa Inter. Marotta ha provato in extremis ad imbastire una trattativa bis col Parma per l’ivoriano Gervinho brutalmente sfumata per scadenza dei tempi tecnici. In arrivo a Milano dall’Emilia ci sarà dunque solamente il laterale Matteo Darmian che ritrova il grande palcoscenico europeo dopo un’esperienza tutto sommato altalenante col Manchester United.

Niente da fare per Conte che, dopo il naufragare dei sogni Dzeko e Giroud dovrà fare a meno anche della saetta Gervinho. Una delusione forte soprattutto per il peso che il giocatore avrebbe avuto all’interno degli equilibri dello schieramento. Nonostante le 33 primavere, l’ex Roma rimane uno dei giocatori più veloci del nostro campionato, qualità che avrebbe fatto la differenza anche nell’undici nerazzurro. Lo scambio con Pinamonti, l’anno scorso al Genoa, salta per mancanza di tempo e difficilmente potrà essere ridiscusso in futuro.

Niente botti nel giorno conclusivo di calciomercato che regala all’Inter più dolori che gioie. Radja Nainggolan, che da tempo i rumor volevano in rientro a Cagliari, resterà a Milano esattamente come Ivan Perisic. I due epurati di Conte della scorsa stagione rimarranno entrambi ad Appiano sperando di potersi rilanciare tra le fila nerazzurre. Ingaggi pesanti come i loro dovrebbero corrispondere a sicuri titolari. Vederli in panchina o ancora peggio in tribuna sarebbe un colpo al cuore di patron Zhang.

Contratto rescisso e tanti saluti per l’ex Juve e Udinese, Kwadwo Asamoah. Il suo agente Edoardo Crnjar è rimasto in sede quasi tutto il giorno per discutere con i dirigenti dell’Inter del futuro del suo assistito. Alla fine tutti hanno concordato per l’addio anticipato di un anno rispetto alla fine naturale del contratto. Il giocatore per un attimo era stato accostato alla Sampdoria che forse potrebbe ancora ripescarlo dalla lista degli svincolati.

Unica nota positiva, ma neanche troppo, la cessione in prestito con diritto di riscatto del centrocampista Joao Mario allo Sporting Lisbona. L’Inter, infatti, contribuirà al pagamento parziale dell’ingaggio del giocatore ritenuto eccessivo per le casse dei lusitani. Ai saluti anche Samuele Longo (Vicenza) e il baby Pirola (Monza).