Inter, Conte: “Napoli squadra migliore dopo la Juve. Ce la giocheremo al ritorno”

0
Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Conte arriva in sala stampa visibilmente deluso dalla prova appena conclusa dai suoi contro il Napoli migliore visto finora in stagione. L’Inter ha provato con ogni mezzo a scardinare la difesa partenopea ma poi ha dovuto inchinarsi alla solidità della retroguardia azzurra e alla maggiore precisione in attacco. Non una bella partita ma comunque carica di spunti da cui il tecnico parte per cercare nuovi stimoli per la gara di ritorno.

Napoli migliore dopo la Juventus

Il prossimo 5 marzo l’Inter dovrà, per forza di cose, giocarsi il tutto per tutto in un San Paolo che possiamo già immaginare traboccante di entusiasmo. In quell’occasione provare a segnare due gol o più potrebbe essere un grosso problema e conte svela il perché così: “Il Napoli, che ha la rosa migliore in assoluto dopo la Juventus e che anche a gennaio ha aggiunto giocatori, che ha battuto Juventus, Lazio e Liverpool in Champions League, oggi è venuto qui con tantissimo rispetto, giocando una partita molto chiusa”.

Non manca nemmeno un attestato di stima nei confronti del collega Gattuso, che lascia San Siro con qualche certezza in più e altrettante preoccupazioni in meno. “Bravo Gattuso a convincere i suoi giocatori a difendere. Meritavamo qualcosa di più a livello di risultato ma il napoli, ha fatto una gara intelligente”.

Pungolato a rispondere sull’ingresso di Eriksen e Sanchez soltanto negli ultimi istanti della ripresa, il tecnico spiega: “Scelta tattica, perchè sapevo le difficoltà della gara con il Napoli, e per questo ho preferito giocatori come Sensi che sanno cosa fare anche in fase di non possesso. Con Sanchez ed Eriksen, bravi nell’uno contro uno, cercavamo nuove soluzioni”.

La conferenza si chiude con la più ovvia delle domande. Chiamato a sbilanciarsi su un risultato alla fine dei 180 minuti, Conte risponde sicuro. “Questa è la prima partita, vedendo il risultato il Napoli è favorito a oggi. Ripeto, è una squadra forte, ma c’è ancora un ritorno da giocare, e ci giocheremo le nostre carte”. Il campo non ha ancora emesso il suo verdetto. L’appuntamento con la finale di Coppa Italia è solo rimandato.