martedì, Aprile 16, 2024
HomeSportCalcioInter, Conte nei guai: il suo destino nelle mani di Eriksen?

Inter, Conte nei guai: il suo destino nelle mani di Eriksen?

Brutte notizie per Conte che, in allenamento ha visto fermarsi uno dopo l’altro Nicolò Barella e Arturo Vidal. Nel momento più caldo della stagione (con tanti impegni ravvicinati e una Champions che si deciderà soltanto nelle battute finali) l’allenatore leccese dovrà fare a meno dei due pupilli in un centrocampo che mai come oggi sembra assolutamente sguarnito. Il coach si trova a dover far fronte alla prima vera crisi in rosa e a rivedere tutti i suoi convincimenti per schierare il suo undici contro Shakhtar Donetsk, Cagliari e Napoli.

Cosa succederà all’Inter? Al momento gli unici titolari della linea mediana nerazzurra sembrano essere Marcelo Brozovic e Roberto Gagliardini. Con Vidal e Barella out e Nainggolan ufficialmente fuori per affaticamento muscolare – ma praticamente già con un piedi fuori da Appiano – le cose sembrano essersi davvero terribilmente complicate per il mister.

Conte dovrà fare necessariamente di necessità virtù anche se all’orizzonte soltanto tre scenari sembrano palesarsi in modo concreto. Il primo è quello di cambiare forzatamente modulo optando per un 3-4-3 con una linea di centrocampo formata da Brozovic, Gagliardini, Hakimi e Darmian. In questo caso in attacco si dovrebbe ritornare a vedere il tridente con Lautaro Martinez e Romelu Lukaku affiancati da Alexis Sanchez. Un azzardo che potrebbe vedere chiamato in causa anche Ivan Perisic nel caso qualcosa là davanti non dovesse funzionare come sperato.

La seconda possibilità è quella di rischiare altrettanto forzatamente il ritorno in campo del lungodegente Sensi. Conte, soltanto una manciata di giorni fa aveva dichiarato anche “non pronto” l’ex playmaker del Sassuolo. All’Inter verificheranno le sue condizioni fino ad un minuto prima di scendere in campo contro gli ucraini dello Shakthar. L’azzardo è chiaro. Inserire in formazione un giocatore non all’altezza del match potrebbe rivelarsi un autogol clamoroso, con il chiaro rischio di dover poi sostituire Sensi a pochi istanti dal via.

Inter, il destino di Conte nella mani di Eriksen

L’ultima e più clamorosa alternativa sarebbe quella di affidarsi a Christian Eriksen. Al netto delle polemiche per i soli due minuti di recupero concessi al danese nell’incontro scorso contro il Bologna, il giocatore è ormai segnalato con le valige in mano e pronto a lasciare senza rimpianti San Siro. Doversi affidare proprio a lui in un momento così delicato sarebbe come rivedere i fantasmi di un Baggio contro Lippi di qualche anno fa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME