Inter, contro il Ludogorets per dimenticare la prestazione dell’Olimpico

0
Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

La parola d’ordine di mister Conte è: “Andare avanti e non lasciarsi abbattere dalla brutta prestazione di Roma“. L’Inter dovrà ritrovare subito la forza di reagire alla performance non certo brillantissima offerta contro la Lazio e ritrovare subito la vittoria contro i bulgari del Ludogorets, prossimi avversari di Europa League. La squadra dovrà fare ancora a meno di tanti titolari ma nella mente del tecnico salentino sono già chiari i nomi dei possibili sostituti.

Il guaio occorso al portiere titolare e capitano Handanovic continuano a minarne l’impiego ormai da settimane. Nonostante le buone notizie circa la prognosi del suo infortunio alla mano destra, l’estremo difensore sloveno non figurerà nella lista dei partenti per la trasferta europea. Al suo posto, ancora una volta,a difendere la porta nerazzurra ci sarà Daniele Padelli.

In difesa si apre il ballottaggio a tre tra: Bastoni, Godin e D’Ambrosio per un posto da titolare al fianco di De Vrij e Skriniar. Il baby ex Parma soffre ancora per un forte attacco febbrile in cui è incorso nel fine settimana scorso, mentre Godin è apparso ancora in difficoltà nella difesa a tre disegnata da Conte. Le chance di vedere il jolly D’Ambrosio sembrano, quindi, le più ovvie.

Il pacchetto di centrocampo subirà alcune modifiche con Biraghi e Moses al rientro al posto di Young e Candreva. Nessuna bocciatura per i due che hanno entrambi fatto bene contro la Lazio. La scelta di rivolgersi ad altri esterni è di carattere puramente atletico. Possibilità anche per Sensi, Barella e Vecino di giocare finalmente insieme. Brozovic resta comunque il titolare inamovibile della squadra di Conte, ma continuarlo a spremerlo com’è avvenuto finora appare un mero accanimento sportivo.

Turno di riposo anche per Lukaku che potrebbe entrare soltanto a partita in corso. Al suo posto giocherà il cileno Alexis Sanchez, finalmente recuperato e pronto a guadagnarsi la fiducia del suo mister. Nessuno stop invece per Lautaro Martinez. I suoi gol saranno determinanti per il passaggio del turno di Europa League.