Inter, De Boer ai saluti: spunta l’idea Marco Silva

0

La sconfitta contro l’Atalanta, la terza consecutiva in campionato, è stata recepita come ingiustificabile e pesante dai vertici dell’Inter, soprattutto dalla nuova proprietà cinese. L’idea di cambiare guida in panchina sta emergendo prepotentemente ed il futuro di Frank De Boer sembra essere sempre più lontano dai nerazzurri. All’olandese viene accusata la mancanza di gioco ed identità della squadra unita ad uno spogliatoio incrinato dalla vicenda Icardi, ma che già in precedenza non brillava per amalgama. A questo si aggiunge una successione di risultati scadenti ed impietosi: 6 sconfitte e 2 pareggi in queste prime 13 partite ufficiali dell’era De Boer.

TORINO ULTIMA CHANCE – La cosiddetta ultima spiaggia per il tecnico olandese è quella di Torino. L’Inter affronterà mercoledì sera la squadra di Mihajlovic a San Siro ed a quel punto si saprà che contorni prenderà il futuro nerazzurro. In caso di sconfitta l’esonero sembra scontato, ma anche la vittoria sui granata non farebbe altro che rimandare una sentenza già scritta. La fiducia nell’olandese è ai minimi storici, sia da parte della dirigenza, sia da parte della squadra e per dare nuovo entusiasmo tutti auspicano un cambio: si aspetta il momento più opportuno.

PAROLA A MORATTI – L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti si è espresso sulla situazione interista, rilasciando dichiarazioni a Rai Sport: ” La situazione dell’Inter sarà anche un po’ complicata, ma non sono certo io destinato a districarla“. “Non so se i giocatori non capiscono l’allenatore – ha aggiunto – penso sia una cosa difficile. L’allenatore si esprime con la squadra e mi sembra che anche precedentemente non avesse avuto il tempo di arrivare a certi risultati“.

MARCO SILVA, PERCHE NO? – Il nome nuovo chiamato a prendere in mano la patata bollente è quello di Marco Silva. Il portoghese è considerato il nuovo Josè Mourinho ed ha allenato l’Olympiakos di Esteban Cambiasso nell’ultima stagione, dopo l’esperienza in patria allo Sporting Lisbona dove si è lasciato non proprio nel migliore dei modi con l’ambiente societario. Questo si aggiunge alla lista dei vari nomi sopraggiunti negli ultimi giorni, tra i quali Laurent Blanc, ex calciatore nerazzurro dal 1999 al 2001 e reduce dall’esperienza al PSG , oltre a Francesco Guidolin, appena esonerato dallo Swansea e Stefano Pioli, libero dopo il periodo sulla panchina della Lazio.

STATI GENERALI NERAZZURRI – Secondo quanto riportato da Sky, De Boer si sarebbe incontrato ad Appiano Gentile, per discutere del momento difficile e del suo futuro, con il figlio del nuovo presidente dell’Inter Zhang Jindong, oltre a Piero Ausilio ed il direttore generale Giovanni Gardini. Il tecnico proverà a spiegare le motivazioni dello scarso rendimento della squadra ed ascoltare lo stato d’animo dei vertici nerazzurri: ciò che uscirà da questo incontro determinerà il futuro della panchina dell’Inter. Grandi manovre in casa nerazzurra: la panchina di De Boer è a rischio.