Inter, De Boer a rischio: spunta il nome di Rudi Garcia

0

La situazione in casa Inter è bollente. La sconfitta casalinga contro il Cagliari è solo la goccia che sta facendo traboccare uno spogliatoio che sembra sempre più spaccato. L’incendio causato dalla vicenda Icardi è stato spento con una decisione forzatamente diplomatica, scegliendo di non destituire l’argentino dalla posizione privilegiata di capitano. Il momento però resta difficile, la squadra nerazzurra è reduce da tre sconfitte ed un pareggio nelle ultime quattro partite tra campionato ed Europa League, inframmezzate da una vittoria in amichevole contro il Lugano. L’impresa del 18 settembre contro la Juventus è lontana e viene ora percepita ad Appiano Gentile come un evento estemporaneo frutto di un amalgama ed una motivazione che ora mancano.

IPOTESI GARCIA – Come spesso accade nei casi in cui i risultati non arrivano, si inizia a vociferare di un cambio in panchina: De Boer dopo poco più di due mesi dal suo insediamento è già a rischio. E’ notizia riportata dal “Corriere dello Sport” l’interessamento dell’Inter circa la disponibilità di Rudi Garcia a tornare ad allenare. Il francese ha un contratto in essere con la Roma fino al 30 giugno 2018 ma avrebbe già rifiutato le panchine di Galatasaray, Marsiglia e Southampton, in attesa di una chiamata più gratificante. Ironia della sorte, proprio gli inglesi possono essere i giustizieri del tecnico olandese: se l’Inter dovesse perdere questa sera, sancendo così la sua eliminazione dall’Europa League, diventa improbabile una conferma dell’allenatore ed anche nel caso in cui la nuova proprietà cinese dovesse essere magnanima nel breve periodo, il destino di De Boer sarebbe segnato.

ALTERNATIVE  – L’ipotesi di un allontanamento di Frank De Boer dall’Inter verrà ovviamente studiata nei minimi dettagli e non verrà lasciata al caso. Motivo per cui, oltre al tecnico francese, sono stati studiati anche altri profili. Il nome più in auge tra questi è quello di Fabio Capello, una figura di spessore ed esperienza per gestire le acque agitate in cui naviga l’Inter: l’ex ct della Russia è tuttavia titubante circa la possibilità di allenare la squadra nerazzurra, una soluzione scoraggiata dalla stagione già in corso, lo stesso motivo per cui Marcelo Bielsa, nome caldeggiato da Zanetti, è già stato depennato. Il profilo low cost è rappresentato da Stefano Pioli, libero dopo l’esperienza da allenatore della Lazio.  La panchina di De Boer traballa, l’Inter cerca soluzioni.