Inter, De Paul in rottura con l’Atletico: Marotta alla finestra, il punto della situazione

Due settimane fa la dirigenza si è recata a Madrid per avere contatti con l'entourage del giocatore

0
Rodrigo De Paul
Fonte foto: Di Coentor - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37991976

Rodrigo De Paul torna ad essere un obiettivo per l’Inter. Il centrocampista dell’Atletico Madrid aveva già conquistato l’interesse della dirigenza milanese tempo fa, ma adesso l’operazione può concretizzarsi.

Il giocatore potrebbe lasciare la Spagna e tornare in Italia. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport: “Il dato di partenza è semplice: l’argentino non è contento all’Atletico Madrid e tornerebbe volentieri in Italia. Magari proprio in quel club nerazzurro che ai tempi di Udine l’ha corteggiato con insistenza. Marotta e Ausilio conoscono bene i disagi dell’eclettico centrocampista, che in questi mesi ha fatto fatica ad intendersi con il Cholo Simeone, nonostante nel complesso abbia racimolato un numero congruo di presenze nelle varie competizioni.

Ma è il resto che non va e ormai nel mondo dei Colchoneros tutti sanno del disagio del giocatore, arrivato nella Liga la scorsa estate per circa 35 milioni di euro. E presto il club di Miguel Angel Gil dovrà affrontare il problema”.

Due settimane fa, Piero Ausilio si è recato a Madrid e ed ha avuto contatti diretti con l’entourage del giocatore. “È presto per dire che ci sia un fronte comune. Ma è facile dedurre che in viale della Liberazione siano pronti a cogliere questa opportunità se davvero l’Atletico decidesse di inserire De Paul nella lista degli esuberi”.

“L’Inter entra in punta di piedi. I dirigenti nerazzurri fanno evidentemente leva sul feeling con il giocatore. Da sempre Appiano Gentile è la casa degli argentini e il vice presidente Javier Zanetti è un formidabile testimonial al riguardo. È innegabile che con questi presupposti i protagonisti della vicenda debbano fare particolare attenzione alle buone maniere. A Madrid non sono abituati a fare i conti con le minusvalenze e prima di privarsi di Rodrigo cercheranno soluzioni più vantaggiose per le casse societarie. Cosa non semplice, vista la valutazione comunque elevata della scorsa estate: ecco perché l’ipotesi prestito potrebbe presto farsi strada“, scrive La Gazzetta.