Inter, De Vrij fa crack: campionato finito per l’olandese. Chi al suo posto?

0
De Vrij
Stefan De Vrij, difensore dell'Inter, stagione 2018/2019. Immagine BeIN Sport.

Al minuto 23 della gara contro la Fiorentina, Stefan De Vrij è costretto ad alzare bandiera bianca e lasciare San Siro con la netta sensazione che per lui il campionato 2019/20 sia già ai titoli di coda. Brutto l’infortunio che colpisce l’ex Lazio, autore di una stagione da protagonista. La prognosi verrà stabilita entro oggi, ma le possibilità di rivederlo in campo sono davvero minime.

La distorsione al ginocchio occorsa a De Vrij lo costringerà quasi sicuramente a saltare le ultime due settimane di campionato. Il recupero è difficile e si va a sommare a una sfilza di altri piccoli intoppi che hanno costellato l’annata del difensore olandese. Nonostante questo, le indagini strumentali di questa mattina chiariranno la diagnosi e indicheranno allo staff sanitario il percorso adatto al suo rientro nei ranghi.

La speranza è quella di riuscire a contare nuovamente su di lui per gli impegni europei, a partire da quello contro il Getafe del 5 agosto prossimo. Una speranza, certo, ma che evidenzia ancora di più la situazione tutt’altro che rosea della retroguardia nerazzurra. Ranocchia è un rincalzo sul quale, molto probabilmente in estate, bisognerà riflettere per il prossimo futuro. Godin è sempre più un corpo estraneo immerso in una realtà che forse non ha mai sentito totalmente sua. La panchina, al momento, non offre ulteriori soluzioni e bisognerà intervenire sul mercato per far fronte a tali lacune.

Conte guarda la sua difesa impoverirsi di una delle sue più granitiche certezze a pochi passi da un finale che avrebbe voluto vivere in maniera completamente diversa. I nerazzurri stavano finalmente riguadagnando terreno sulla Juventus dopo una primavera balbettante. L’aver impattato contro una Fiorentina (e un Terracciano) cinica e fortunata ha distrutto i sogni di gloria del tecnico salentino che spera di potersi rifare l’anno prossimo e almeno non sfigurare in Europa.

Con una Champions, infatti, ancora tutta da vivere, la stagione dell’Inter si allungherà ben oltre la metà di agosto (o almeno così si spera dalle parti della Pinetina). Doverlo fare senza un titolarissimo come De Vrij sarà un’ipotesi da mettere in conto e che male si affianca alle certezze di una panchina cortissima e uno Skriniar in fase calante. Il compito che graverà sulle spalle di Conte da qui alla fine delle ostilità sarà davvero immane.