Inter, Diego Godin pronto all’addio: Manchester United in pole per l’uruguayano

0
Diego Godin, fonte By Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=64365298
Diego Godin, fonte By Ailura, CC BY-SA 3.0 AT, CC BY-SA 3.0 at, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=64365298

Diego Godin ritorna prepotentemente a riprendersi la scena del calciomercato in casa Inter. Il forte uruguayano è indicato come l’oggetto del desiderio del Manchester United di Solskjaer alla ricerca di un centrale difensivo di livello ma dai costi ridotti. Una notizia che risuona come musica alle orecchie di Marotta, pronto a sedersi al tavolo delle trattative per il giocatore arrivato l’anno scorso a parametro zero.

La notizia lanciata dal DailyMail arriva nel momento migliore per la compagine nerazzurra. Godin, infatti, appare un giocatore sempre più lontano dei dettami imposti da Conte e i musi lunghi dell’ex Atletico Madrid ormai non si contano più alla Pinetina. La possibilità di cedere il giocatore ricavandone addirittura del profitto verrà salutata dai manager nerazzurri come una vera manna dal cielo.

L’ex totem di Simeone non pare esser riuscito a calarsi nel ruolo che Conte ha voluto affidargli nella sua linea a tre di difesa. Tant’è vero che anche il giovane Bastoni gli è sistematicamente preferito all’interno dello scacchiere messo in campo. L’acquisto, accolto come un eroe a Malpensa soltanto 9 mesi fa, ad oggi è il membro più anonimo di uno spogliatoio che per giunta conta nel ruolo pochissime alternative.

Ecco perché l’opportunità di cederlo al Manchester United potrebbe essere la soluzione ottimale per tutte le parti in causa. L’Inter si affrancherebbe dal corrispondere uno dei più alti ingaggi della squadra ad un giocatore sempre meno utilizzato e metterebbe a bilancio una insperata plusvalenza.

Il giocatore, in Premier, ritroverebbe il sorriso e la voglia di continuare a primeggiare nel ruolo che lo ha reso celebre in tutto il mondo. Mentre i Red Devils troverebbero in Godin uno straordinario interprete difensivo e una sorta di tutor a cui affidare la crescita tattica dei più giovani.